ViaggiNews

I Paesi più pericolosi: le mete da evitare per le vacanze

martedì, 25 agosto 2015

TO GO WITH AFP STORY BY SAMER AL-ATRUSH

Dopo l’attentato a Bangkok, in Thailandia, cresce sempre più la tensione fra i viaggiatori. Il fantasma del terrorismo internazionale agita infatti i turisti che sebbene non rinuncino a partire, cambiano però le loro destinazioni. La mappa dei Paesi a rischio si allarga – sul sito del Ministero degli Esteri Viaggiaresicuri.it gli ultimi annunci pubblicati – , ma aumenta il numero di chi viaggia, anche grazie alle compagnie low cost che hanno rivoluzionato il settore ed aperto il mercato.

Se è purtroppo indubbio che nessun Paese è immune dal rischio terrorismo, alcuni, per la posizione geografica, per instabilità politica  o per la presenza all’interno di gruppi terroristici, sono più esposti. Quando un Paese dedito al turismo viene colpito da un attentato uno dei maggiori rischi è il crollo della sua economia. Secondo il World Travel & Tourism Council  servono mesi (fra gli 8 e i 26) per riprendersi da una catastrofe (naturale o di matrice terroristica).

Le destinazioni più pericolose da evitare

La Farnesina invita alla prudenza in tutto il Maghreb. Dal Marocco all’Egitto il rischio attentati è infatti molto alto. In alcuni Paesi come l’Egitto, la Tunisia e la Libia è sconsigliato o addirittura vietato viaggiare. In Marocco e Algeria non si possono escludere attentati e si invita a prestare attenzione nelle zone turistiche ed ad evitare viaggi nel deserto.

 Vietato andare e i connazionali presenti sono invitati a rientrare in Patria: in  Siria, Libia, Yemen, Iraq, Afghanistan, Pakistan, Corno d’Africa, Sudan e Congo.

EGITTO – Al momento il nostro Ministero degli Esteri invita ad evitare viaggi in Egitto al di fuori dei resort di Sharm el-Sheik, di quelli della costa continentale del Mar Rosso e delle aree turistiche dell’Alto Egitto e di quelle del Mar Mediterraneo.

THAILANDIA – La Farnesina invita a fare attenzione a chi decidesse di recarsi in Thailandia ed invita ad evitare le zone nord del Paese, al confine con Laos e Yemen, i confini con la Cambogia e di non recarsi nella provincia del sud di Yala, Narathiwat e Pattani, nonché nei Distretti di Jana, Nathawee, Thepha e Sabayo.

FILIPPINE – Livello alto di attenzione anche nelle Filippine dove il nostro Ministero degli Esteri invita a non recarsi nella regione del Mindanao.

 

SRI LANKA – In Sri Lanka sono altamente sconsigliati viaggi nelle zone settentrionali del Paese nelle regioni di Vavuniya, Kilinochchi e Mullaitivu.

TURCHIA – In Turchia la Farnesina invita alla prudenza e invita alla massima attenzione chi decidesse di muoversi nelle zone Sud-Est del Paese e di avvicinarsi al confine con l’Iran.

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: