ViaggiNews

Giethoorn: la Venezia dei Paesi Bassi

martedì, 25 agosto 2015

Giethoorn (Pixabay)

Giethoorn (Pixabay)

ViaggiNews vi porta a Giethoorn, la cittadina olandese conosciuta anche con il nome di “Venezia dei Paesi Bassi“, la caratteristica di questa incantevole località è quella di avere strade solo di acqua. A Giethoorn ci si sposta attraverso i canali su piccole imbarcazioni. Non ci sono macchine e non c’è asfalto, al massimo qualche camminamento pedonale e ciclabile che costeggia i caratteristici cottage di questo centro abitato immerso nel verde che conta una popolazione di circa 2.600 residenti.

Il posto ideale per una vacanza rilassante, lontana dai rumori e dalla frenesia delle città, dove lasciarsi cullare dalle placide onde delle acque che circondano case che sembrano uscite da un libro di favole nordiche.

Un’altra caratteristica di Giethoorn è quella di avere un numero eccezionale di ponti per una cittadina di piccole dimensioni: ben 176 sono quelli che attraversano i suoi canali, collegando le case attraverso percorsi rigorosamente riservati ai pedoni e alle immancabili biciclette.

Giethoorn è conosciuta anche con il nome di “Venezia verde” e si trova nell parte centro-orientale dell’Olanda, o Paesi Bassi, nel comune di Steenwijkerland, provincia di Overijssel. E’ stata comune autonomo fino al 1973. La cittadina fu fondata all’inizio del XIII dai componenti della setta cattolica chiamati i Flagellanti, in fuga dalle persecuzioni. Giethoorn ha acquisito popolarità mondiale dopo il 1958, quando qui fu girato il film Fanfare dal regista Bert Haanstra.

Il nome Giethoorn, in origine Geytenhorn e poi Geythorn, dato dagli abitanti del luogo, deriva da geitenhoorn, ovvero “corno di capra”, con riferimento ai numerosi corni di capra selvaggia trovati nelle torbiere della regione. I corni di capra sono presenti anche nello stemma di Giethoorn. Il villaggio si trova al centro di un parco naturale caratterizzato da torbiere acquitrinose e chiamato De Wieden.

La zona attrae molti turisti soprattutto cinesi.

Come arrivare e dove alloggiare

Per raggiungere Giethoorn occorre per prima cosa arrivare nella città di Steenwijkerland, raggiungibile con il treno. Da Amsterdam si prende l’Intercity per Lelystad Centrum quindi si prende quello per Leeuwarden, scendnendo a Steenwijkerland. Qui si prende l’autobus numero 70 per Giethoorn.

A Giethoorn si può dormire all’hotel De Jonge, un piccolo e caratteristico albergo dotato anche di ristorante con tavoli all’aperto. L’albergo mette a disposizione pacchetti differenziati per attività sportive e tour in barca, anche romantici, per i canali del villaggio. E’ possibile anche noleggiare imbarcazioni.

Per mangiare c’è il ristorante Fanfare, dal nome film che ha dato fama alla cittadina. Il ristorante è anche bar. Qui ci si può fermare per un caffè, un tè e un aperitivo (sulla homepage del sito pubblicizzano l’ormai internazionale spritz!) e gustare le specialità del luogo. Il cafè-ristorante ha anche tavoli all’aperto e wi-fi gratuito.

Link utili

– Informazioni turistiche su Giethoorn: qui
– Il sito dell’hotel De Jonge a questa pagina
– Il sito del caffè-ristorante Fanfare a questa pagina

Di seguito una galleria fotografica di Giethoorn
(clicca sulla freccia)

Tags:

.
1 di 6
.

Altri Articoli Interessanti: