ViaggiNews

Calabria tirrenica: le bellezze da non perdere

martedì, 18 agosto 2015

Scilla, Calabria (Thinkstock)

Scilla, Calabria (Thinkstock)

La Calabria è terra di bellezze e di sorprese. Sulla costa tirrenica, oltre alle mete turistiche più conosciute e frequentate come Tropea, offre spiagge altrettanto belle e meno frequentate, siti archeologici poco battuti e una montagna selvaggia tutta da scoprire. Sono poi numerose le occasioni di praticare attività sportive, mentre la cucina è ottima e soprattutto economica. Ecco quindi una piccola guida alle bellezze della Calabria sul versante tirrenico.

Guida Calabria tirrenica: cosa vedere

Scilla, soprannominata la “Venezia del Sud” ha una spiaggia molto bella e meno affollata di quella di Tropea. Il paesaggio spettacolare offerto dalla baia che si affaccia sullo Stretto di Messina e il promontorio con il castello, che la rende simile a Tropea, fanno di Scilla un luogo di vacanza imperdibile. Alla sera si può cenare nei deliziosi ristorantini che si affacciano sul mare, dove si può gustare dell’ottimo pesce a prezzi convenienti. Assolutamente da visitare è poi il villaggio dei pescatori di Chianalea di Scilla, borgo marinaro incastonato nella roccia.

Risalendo lungo la costa tirrenica, troviamo altre località di mare molto interessanti come Bagnara Calabra, Capo Vaticano, con le sue spettacolari baie, fino ai paesi di Falerna e Cirella, più a nord, che hanno baie molto ampie ideali per il surf e il kitesurf. Nella cost nord della Calabria vanno poi ricordate altre località balneari importanti come Diamente e Praia a Mare con la famosa Isola di Dino, di cui vi abbiamo proposto una vacanza survivor. Tra Scalea e Paraia a Mare troviamo poi il paese di San Nicola Arcella, famoso per la torre saracena, conosciuta come torre Crawford, dal nome dello scrittore americano Francis Marion Crawford, che si innamorò di questo posto e soggiornò a lungo nella torre. Sulla costa di San Nicola si trova poi la bellissima grotta dell’Arco Magno, a cui si accede dal mare con piccole imbarcazioni, passando attraverso l’arco nella roccia che dà il nome alla grotta, oppure a piedi attraverso un sentiero aperto sullo sperone. Si tratta di un luogo particolarmente suggestivo, con una spiaggetta di piccoli ciottoli di granito misto a sabbia e una sorgente di acqua dolce che sgorga dalla roccia. Alla sera, da qui si può ammirare un tramonto davvero spettacolare, guardando attraverso l’arco nella roccia il sole che scende nel mare.

Grotta e spiaggetta dell'Arco Magno (Foto di Vega7cnv, Wikicommons. Licenza CC BY-SA 3.0)

Grotta e spiaggetta dell’Arco Magno (Foto di Vega7cnv, Wikicommons. Licenza CC BY-SA 3.0)

Nell’entroterra della zona nord della Calabria, immancabile è la visita del Parco Nazionale del Pollino, per respirare un po’ di aria fresca dopo una mattinata al mare. Nel parco merita sicuramente una visita la Grotta del Romito, un sito archeologico risalente al Paleolitico superiore, dove troviamo una delle più antiche testimonianze dell’arte preistorica in Italia.

Grotta del Romito, Parco Nazionale del Pollino (Foot di Huston. Da Wikicommons. Pubblico Dominio)

Grotta del Romito, Parco Nazionale del Pollino (Foot di Huston. Da Wikicommons. Pubblico Dominio)

Luoghi stupendi da visitare, dove fare il bagno in acque limpidissime e profonde, ideali per le immersioni e lo snorkeling, gustare l’ottima ed economica cucina locale e arrampicarsi sulle vicine montagne. Dalla vela al trekking il passo è breve, senza tralasciare, oltre al mare e allo sport tra le bellezze naturali, una visita ai monumenti storici, ai musei e agli affascinanti siti archeologici. Una terra che ha molto da offrire.

Per informazioni turistiche si può consultare il portale della Regione a questo link.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: