ViaggiNews

Frana a San Vito di Cadore: tre i morti – VIDEO

mercoledì, 5 agosto 2015

Frana a San Vito di Cadore (Screenshot YouReporter.it)

Frana a San Vito di Cadore (Screenshot YouReporter.it)

Tragedia in Cadore, in provincia di Belluno. Una grossa frana ha investito il territorio del comune di San Vito di Cadore, nella Valle del Boite, a pochi chilometri da Cortina d’Ampezzo, provocando la morte di tre persone e bloccando la strada per Cortina. Le vittime sono due uomini e una ragazzina di 14 anni, mentre una donna è ricoverata in prognosi riservata.

Ieri sera un violento e intenso nubifragio, una bomba d’acqua come si usa dire, si è abbattuto sui comuni di San Vito, Borca di Cadore e Auronzo, provocando diversi smottamenti. A San Vito, un immenso fronte di pietre, terra e fango è precipitato a valle dal versante del Monte Antelao, travolgendo il parcheggio di partenza della seggiovia San Marco, che è stata letteralmente divelta. Nella zona dormivano in auto due turisti della Repubblica Ceca, marito e moglie, che sono stati strascinati via dalla furia frana. L’uomo, 56 anni, è deceduto, la moglie di 43 anni è stata ricoverata in gravi condizioni all’ospedale di Pieve di Cadore, è in prognosi riservata.

La donna era stata salvata ieri sera, mentre l’uomo è stato recuperato questa mattina intorno alle 8 dai vigili del fuoco di Belluno. Il corpo è stato trovato vicino al torrente Ru secco, non lontano dal luogo dove i soccorritori avevano salvato la moglie.

La frana di San Vito è stata provocata proprio dall’esondazione del Ru secco, avvenuta per leforti piogge, e ha fatto tracimare un bacino di contenimento le cui acque hanno travolto alcune automobili a San Vito.

Nelle ore successive sono stati trovati altri due cadaveri. Il primo è di una ragazzina di 14 anni non identificata e il secondo di un uomo di circa 40 anni, la terza vittima della furia della natura, recuperato senza vestiti alla confluenza tra i torrenti Ru secco e Boite. Forse si tratta di un parente della ragazzina.

Altre frane si sono abbattute nel territorio vicino a San Vito, nelle località di Cancia, a Borca di Cadore, di Peaio, nel comune di Vodo di Cadore, e Grava Secca, nel comune di Auronzo, dove un ponte è stato letteralmente spazzato via, interrompendo il collegamento tra Auronzo e Misurina sulla strada regionale 48.

Nel notte e per diverse ore, la grossa frana che si è abbattuta su San Vito ha bloccato la strada statale Alemagna, isolando Cortina d’Ampezzo, a cui si arriva da sud passando proprio per San Vito.

La zona negli ultimi anni è stata martoriata dalle frane, nel luglio del 2009 nella zona di Borca due persone, madre e figlio, sono morte sepolte mentre erano nella loro baita.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: