ViaggiNews

Grecia, Zante: la meravigliosa spiaggia del Relitto – FOTO

giovedì, 23 luglio 2015

Guida Zante

Spiaggia del Relitto, Zante

ViaggiNews prosegue il suo tour della bellissima Grecia. Vi abbiamo dato gli ultimi consigli su come viaggiare in questo Paese, anche alla luce della crisi finanziaria con la crisi di liquidità, anche se per i turisti non ci sono stati mai gravi problemi, vi abbiamo portato sulla paradisiaca isola di Kos, vi abbiamo segnalato le cinque spiagge più incantevoli di Corfù e quelle più belle di Creta, è arrivato ora il momento di portavi su un’altra meravigliosa isola greca: Zante o Zacinto, l’isola che diede i natali al poeta italiano Ugo Foscolo, che le dedicò una celebre poesia.

In particolare, vogliamo portarvi sulla spiaggia più bella e suggestiva dell’isola: la spiaggia del Navagio (pron. navağhio), in greco naufragio, o del Relitto, in italiano. Deve il nome al naufragio della motonave Panagiotis, arenatasi su una secca della baia di Agios Georgios Sta Gremna il 1° ottobre del 1980. A seguito del naufragio, nella baia si è formata questa spiaggia di sabbia bianchissima, che si affaccia su un mare turchese e cristallino ed è considerata una delle più belle del Mar Mediterraneo. Si trova nella parte nord-occidentale dell’isola di Zante ed è raggiungibile solo via mare. Il relitto arrugginito della Panagiotis si trova ancora sulla spiaggia, conferendole un’atmosfera di fascino indiscutibile. A Zante circola tra gli abitanti dell’isola una leggenda secondo cui la nave sia stata fatta naufragare di proposito dalle autorità elleniche per creare una attrazione turistica. Una ipotesi piuttosto fantasiosa. La vera storia è che la nave mercantile, salpata dalla Turchia con un carico di sigarette e alcol di contrabbando e diretta in Italia, era stata intercettata dalla Marina militare greca e l’equipaggio decise di nasconderla in questa baia dell’isola di Zante dove però si incagliò nel basso fondale e fu abbandonata. Una storia suggestiva che ricorda quelle degli antichi pirati.

L’isola di Zante è ormai prevalentemente rappresentata dalle foto di questa meravigliosa spiaggia, circondata dalla bianca falesia a strapiombo sul mare. Proprio perché circondata e chiusa dalla roccia, la spiaggia del Relitto è raggiungibile solo via mare. Dalla baia di Porto Vromi partono le imbarcazioni per raggiungerla.

Spiaggia del Navagio o Relitto da Google Earth

Spiaggia del Navagio o Relitto da Google Earth

Prima del naufragio della Panagiotis la baia era conosciuta come insenatura di Agios Georgios Sta Gremna, in omaggio del monastero che si trova lì vicino sopra la falesia. Proprio sulla falesia che sovrasta la baia si trova un punto di osservazione panoramico sulla spiaggia e sul relitto, con tanto di passerella panoramica sospesa nel vuoto. Uno scenario mozzafiato, per i più coraggiosi che non soffrono le vertigini.

La Spiaggia del Relitto è formata da sabbia bianca, ciottoli e sassolini. Come tutta l’isola di Zante si affaccia sul Mar Ionio. Davanti alla spiaggia del Relitto il colore dell’acqua del mare va dal turchese al blu intenso. Ogni anno è frequentata da migliaia di turisti.

L’ideale è visitarla al mattino presto, quando il mare è calmo e ci sono ancora pochi turisti. In estate, da Porto Vromi partono ogni ora imbarcazioni per la spiaggia del Relitto. Per vedere la baia dal punto panoramico sulla falesia bisogna percorrere la strada interna che collega i paesi di Volimes ed Anafonitria e ad un certo punto deviare per la stradina che conduce al punto di osservazione che sta sul mare, arriverete ad una spettacolare terrazza che si affaccia sul mare e qui scendere alla passerella panoramica da cui potrete ammirare la spiaggia e il relitto.

Zante è raggiungibile con i voli low cost di diverse compagnie aree, tra cui EasyJet, Vueling e Blu-express. Via mare è collegata con i traghetti da Ancona, Brindisi e Patrasso.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: