ViaggiNews

Kos meraviglia greca davanti alla costa turca

martedì, 21 luglio 2015

Kos (Thinkstock)

Kos (Thinkstock)

ViaggiNews vi porta alla scoperta di Kos, meravigliosa isola greca del Mar Egeo. Kos appartiene all’arcipelago del Dodecaneso, la cui isola principale è Rodi, che si estende davanti alle coste della Turchia. Dopo Rodi, quella di Kos è la seconda meta turistica più importante dell’arcipelago.

La bellezza di questo piccolo paradiso del Mediterraneo sta nei toni accesi dei suoi colori: dalle acque color turchese, al verde dei pini e della macchia mediterranea, al bianco delle rocce sul mare, della sabbia e delle tipiche case greche. L’isola è una meraviglia della natura e un luogo ricco di storia.

A Kos, molto frequentata dai giovani grazie ai tantissimi voli low cost che portano qui turisti da tutta Europa, si possono ammirare anche importanti siti archeologici. Si tratta dunque di una meta ideale non solo per una vacanza di mare e di divertimento, ma anche per una visita culturale.

Spiagge

Sull’isola di Kos possiamo trovare spiagge dalla sabbia finissima che si aprono su un mare limpido e cristallino e incantevoli calette rocciose. Il mare qui è adatto sia agli sportivi che alle famiglie. La costa nord dell’isola è infatti battuta dai venti, l’ideale per i surfisti, mentre quella sud ha un mare più calmo con fondale basso, dunque l’ideale per famiglie con bambini o per chi desidera una vacanza in pieno relax.

Le spiagge principali

– La spiaggia di Marmari. Si trova sulla costa settentrionale dell’isola, a circa 15 ckm dalla città di Kos, ed è una spiaggia dalla sabbia bianchissima che si affaccia su un mare dallo spettacolare colore turchese. Si trova nella parte ventosa dell’isola, ma i suoi fondali sono bassi, per questo è adatta a tutti, sportivi e famiglie. E’ una spiaggia molto ampia, quindi mai troppo affollata, dotata di tutti i servizi e attrezzature. E’ circondata da caratteristiche dune che le conferiscono un aspetto selvaggio.

– La spiaggia di Agios Stefanos. Situata nella parte sud-occidentale dell’isola di Kos, sul suggestivo golfo di Kolpos Kefalou, è considerata una delle spiagge più belle. Le sue acque sono calme e trasparenti. Un luogo ideale per famiglie con bambini. La spiaggia, di sabbia e ciottoli, si trova a circa 3 chilometri da Kefalos ed è circondata dalle rovine delle antiche basiliche cristiane, scoperte nel 1932 dall’archeologo italiano Lorenzi. Davanti alla spiaggia è situato l’isolotto di Kastri con il monastero di Sant’Andonios. Un panorama unico e spettacolare.

– La spiaggia di Kardamena. Sempre sulla costa meridionale di Kos, troviamo un’altra bellissima spiaggia, formata da sabbia bianca e fine, che si affaccia su un’acqua color smeraldo, profonda, ideale per le immersioni. Kardamena si trova nella parte centrale della costa meridionale, a circa 30 km dal capoluogo Kos. La spiaggia è attrezzata e qui sono presenti diversi ristorantini e taverne dove gustare ottimi piatti a base di pesce. Qui si affacciano numerosi hotel. E’ l’ideale per una vacanza in pieno relax.

– La spiaggia di Mastichari. Torniamo sulla costa settentrionale, dove a circa 22 km da Kos troviamo un’altra spiaggia di sabbia bianca circondata dalle rocce e dai tamerici, che si affaccia su acque che vanno dal blu allo smeraldo. Il lungomare di Mastichiari è pieno di ristorantini che cucinano tutti i giorni pesce fresco. Il porto è pieno d i barche da pesca che riforniscono i locali della zona. Qui si organizza anche una festa del Vino.

Cosa vedere

Oltre al sole in spiaggia, ai bagni al mare, alle attività sportive e alle escursioni in barca, Kos offre diverse meraviglie storiche, artistiche e architettoniche. Passiamo in rassegna i siti archeologici e i luoghi di maggior interesse.

Sito archeologico di Asklipieion. A soli 3 chilometri dalla città di Kos, si trova questo interessantissimo sito con il santuario dedicato al culto di Asclepio, il dio della medicina. Il luogo dove il celeberrimo medico greco Ippocrate, inventore della medicina, aprì una scuola di medicina e un centro di cura.

_ La città di Kos. E’ stato un importantissimo porto del Mediterraneo, che nei secoli ha visto stratificarsi gli stili architettonici a seconda dei popoli e delle culture dominanti. Si passa così dagli edifici dell’epoca greca ellenistica a quelli dell’impero romano e infine bizantino. La città vecchia è molto caratteristica con le sue stradine, le taverne e i negozi tipici. In alcuni punti sembra che il tempo si sia fermato. Da visitare a Kos sono il Castello dei Cavalieri di San Giovanni, costruito nel XIV secolo come difesa contro l’invasione ottomana, e il Museo Archeologico, con le sculture del periodo ellenistico e tardo romano, tra cui la celebre statua di Ippocrate. A Kos ci si muove in bicicletta. Le stradine sono abbellite dalle colorate buganvillee.

Asfendiou. Si tratta di un piccolo villaggio dell’entroterra, molto caratteristico, con le classiche e pittoresche casette bianche tipiche della Grecia e viuzze molto strette nelle quali perdersi. Il paese è situato sul del Monte Dikeon e da qui si può ammirare uno spettacolare panorama sul mare. Da visitare sono la Chiesa dell’Assunzione della Madonna e le due Basiliche paleocristiane di San Giovanni e Kapama. Sulla piazza di Asfendiou si affacciano tipici caffè e taverne ai quali sedersi per assaporare a pieno la magica atmosfera del luogo.

Come arrivare

L’isola di Kos è facilmente raggiungibile grazie all’aeroporto in cui fanno scalo numerose compagnie low cost.

A Kos si può arrivare anche in traghetto con le navi delle compagnie Blue Star Ferries e Anek Lines.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: