ViaggiNews

In vacanza in auto: le 10 regole d’oro per viaggiare sicuri

martedì, 14 luglio 2015

Thinkstock

Thinkstock

Paese che vai, usanze che trovi”, proverbio che calza a pennello anche quando si decide di viaggiare in auto durante le vacanze. Passando da uno stato all’altro o cambiando addirittura continente, un buon viaggiatore si deve adattare alle regole e alle norme di sicurezza stradale del luogo, seppur a volte bizzarre. Su questo tema, il motore di ricerca dedicato al viaggio KAYAK.it ha stilato la classifica delle regole di guida più curiose e inusuali al mondo.

  1. Donne in costume da bagno – Stati Uniti

Negli Stati Uniti, più precisamente nel Kentucky, alle donne è permesso guidare in costume da bagno, ma solo se portano con sé uno strumento di difesa personale o se sono accompagnate da due uomini della polizia.

  1. Ammessa la guida ai nudisti – Germania

La Germania si mostra piuttosto liberale quando si tratta di codice di abbigliamento. L’auto è considerata uno spazio privato dove è possibile guidare nudi. Una nota importante: anche se è consentito condurre il veicolo a piedi scalzi, viene raccomandato all’autista di indossare sempre calzature adeguate. Infatti, se il guidatore dovesse essere coinvolto in un incidente stradale mentre guida scalzo, l’assicurazione potrebbe non coprire il sinistro.

 

  1. Sosta ammessa solo se appoggiati all’auto – Inghilterra

La prossima stazione di sosta si trova a chilometri di distanza e mentre si sta guidando in autostrada all’improvviso la natura chiama. Fortunatamente questo non è un problema che si presenta in Inghilterra, dove gli autisti possono concedersi una pausa e fermarsi, a condizione però di restare fermamente dietro all’auto e con una mano appoggiata al veicolo.

  1. Assicurazione contro imprevisti naturali – Islanda

Chi viaggia in Islanda può davvero fare scorta di avventure. Tuttavia, bisogna sapersi attrezzare con il giusto veicolo e con un’assicurazione auto adeguata. Metà dell’isola è accessibile solo con un veicolo a 4 ruote motrici e le forze della natura sono decisamente imprevedibili. Per questo le società di autonoleggio raccomandano di procurarsi una copertura assicurativa per possibili danni dovuti a eruzioni vulcaniche e vento impetuoso.

  1. Cinture per cani – Italia e Germania

In Italia, chi volesse portare il proprio cane in una vacanza on the road, deve assicurarsi che l’amico a quattro zampe indossi le appropriate cinture di sicurezza. In Germania, invece, per cani e altri animali non esiste una precisa regola di sicurezza, ma è importante garantire che questi non siano messi in condizione di scivolare all’interno del veicolo.

 

  1. Guida vietata ai turisti – Cina

Una vacanza on the road in Cina potrebbe invece essere molto complicata. Ai non residenti, infatti, è richiesto di effettuare esami teorici relativi alle norme locali per ottenere un permesso di guida valido. Per i turisti che non avessero il tempo – e la voglia – di dedicarsi allo studio delle regole stradali del luogo, restano sempre opzioni quali il taxi, i mezzi pubblici oppure la bicicletta.

  1. Priorità alle pecore del deserto – Emirati Arabi Uniti

Negli Emirati Arabi Uniti i cammelli sono considerati animali molto importanti e il rispetto nei loro confronti arriva al punto di concedergli sempre la precedenza su qualsiasi strada.

  1. Vietato il trasporto di taniche di benzina e set di lampadine extra obbligatorio – Croazia e Repubblica Ceca

In Croazia, per ragioni di sicurezza è vietato trasportare taniche di benzina in auto. Tuttavia, una cosa che deve essere sempre presente in macchina è un set di lampadine di ricambio. Lo stesso accade in Repubblica Ceca.

  1. Gorilla solo sul sedile anteriore – Stati Uniti

In Minnesota è permesso trasportare un gorilla in auto, ma solo sul sedile anteriore. Chiunque tentasse di far sedere l’animale sul sedile posteriore rischia una multa salata.

  1. Multe per l’alta velocitàAustria

La polizia stradale austriaca ha un certo “occhio” per la velocità. Infatti, nelle aree urbane con limiti di circa 10km/h, grazie all’addestramento ricevuto, la polizia è in grado di stabilire se le auto superano il limite, anche senza l’aiuto della tecnologia.

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: