ViaggiNews

In vacanza con il vostro cane: ecco le linee guida nei vari paesi

lunedì, 6 luglio 2015

Labrador dog 'Benz' runs through the cool water of the Baltic Sea off the beach of Timmendorf, northern Germany on July 2, 2015. AFP PHOTO / DPA / JENS BÜTTNER +++ GERMANY OUT        (Photo credit should read JENS BUTTNER/AFP/Getty Images)

Labrador dog ‘Benz’ runs through the cool water of the Baltic Sea off the beach of Timmendorf, northern Germany on July 2, 2015. AFP PHOTO / DPA / JENS BÜTTNER +++ GERMANY OUT (Photo credit should read JENS BUTTNER/AFP/Getty Images)

L’estate si sa, è il momento perfetto per andare in vacanza! Si sfugge al caldo andando al mare in qualche zona splendida, altre volte invece si preferisce un po’ di montagna. Indipendentemente da dove voi vogliate andare una cosa è certa: il vostro amico a 4 zampe deve venire con voi!

Sul sito http://www.invacanzaconloro.it della Lega per la protezione del Cane si trovano così tutti i consigli per viaggiare con il vostro amico cane!  Anche perchè, in alcuni casi e paesi ci sono degli accorgimenti da prendere:

E’ vietato introdurre in Italia, sia dai Paesi membri dell’Unione Europea che dai Paesi terzi, cani , gatti e furetti
•di età inferiore alle dodici settimane che non siano stati vaccinati per la rabbia
•di età tra le dodici e le sedici settimane che, seppur vaccinati nei confronti della rabbia, non soddisfino i requisiti di validità di cui all’allegato III, punto 2, lettera e), del Regolamento (UE) 576/2013 e pertanto non siano ancora protetti nei confronti della malattia.
L’Italia non si avvale infatti delle possibilità di deroghe all’obbligo delle vaccinazioni nei confronti della rabbia per i cuccioli concesse ai Paesi membri dagli articolo 7 e 11 del Regolamento (UE) 576/2013.
L’esperienza dimostra che durante i movimenti a carattere non commerciale non è sempre possibile che l’animale da compagnia si trovi in qualsiasi momento nelle immediate vicinanze del proprietario o della persona responsabile autorizzata.
Per motivi debitamente giustificati e documentati, si dovrebbe considerare che l’animale accompagna il proprietario o la persona autorizzata anche qualora il movimento a carattere non commerciale dell’animale da compagnia avvenga fino a cinque giorni prima o dopo rispetto al movimento del proprietario o della persona autorizzata ovvero avvenga in un luogo fisicamente diverso da quello occupato dal proprietario o dalla persona autorizzata. (Fonte: www.salute.gov.it)

Tags:

Altri Articoli Interessanti: