ViaggiNews

Incidente aereo. Mamma e figlio di 5 mesi ritrovati vivi dopo giorni nella giungla

venerdì, 26 giugno 2015

Colombian medical personnel take care of Colombian survivor Nelly Murillo upon landing at Olaya Herrera airport in Medellin, Antioquia department, Colombia, on June 25, 2015. Murillo and her infant son, who disappeared in a plane crash in the dense jungles of northwestern Colombia several days ago, were found alive and well on June 24 in what authorities called a "miracle". Nelly Murillo, 18, and her son Yudier Moreno, not yet one year old, were discovered near the site where the Cessna 303 crashed on Saturday in thick brush with only minor injuries.    AFP PHOTO / RAUL ARBOLEDA        (Photo credit should read RAUL ARBOLEDA/AFP/Getty Images)

Getty Images

Sembra una storia degna di un film, invece quello che è successo a una madre e al suo bambino è reale anche se ha del miracoloso. I due viaggiavano su un Cessna 303 a sei posti ed erano partiti dalla città colombiana di Nuquì verso Quibdo quando, dopo pochi istanti dal decollo, l’aereo era scomparso dai radar e, da quel momento, il nulla.

I soccorritori hanno poi rintracciato e raggiunto l’aereo lunedì e hanno trovato il pilota morto nella cabina di pilotaggio, ma la giovane mamma 18enne, Maria Nelly Murilli, e il suo figlioletto di cinque mesi non sono stati trovati immediatamente. Decine di persone hanno così perlustrato la giungla per 3 giorni e 3 notti intere fino a quando non hanno trovato la mamma che si era allontanata per cercare aiuto, ma si era imbattutta in una zona molto difficile da attraversare e non era riuscita a tornare indietro.Così i soccorritori hanno fatto alzare in volo un elicottero che ha iniziato a cercare la donna e con degli altoparlanti le ha indicato la via per tornare nei pressi del luogo dell’incidente dove la aspettavano i soccorsi che hanno trasferito la donna all’ospedale di Quibdo.Una volta interrogata per capire la dinamica dell’incidente, la giovane mamma ha spiegato che sono sopravvissuti grazie alle noci di cocco trasportate dall’aereo e bevendo acqua piovana.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: