ViaggiNews

Borghi abbandonati: i 6 luoghi più belli d’Italia

martedì, 7 aprile 2015

Borghi abbandonati

Dal web

Borghi abbandonati: l’Italia è il luogo dei comuni, dei paesini, dei piccoli centri che un tempo erano il vero e proprio cuore pulsante della nostra penisola. Poi col tempo, soprattutto per ovvi motivi di opportunità di lavoro, le persone hanno cominciato a spostarsi, hanno preso d’assalto le città e i grandi centri metropolitani. Questo ha provocato lo svuotamento di alcune minuscole realtà rimaste talvolta con poche decine di abitanti. Ci sono però alcuni “gioiellini” che sono di fatto paesi abbandonati, agglomerati di casette fantasma in cui nessuno più vi abita. Talvolta varrebbe la pensa riscoprirli per provare a donare una nuova vita a dei posti davvero speciali. Eccoli qui.

Borghi abbandonati: i paesi più ricchi di fascino

CRACO (Matera, Basilicata) – Si tratta di un piccolissimo comune della provincia di Matera che negli anni sessanta ha subito una vera e propria evacuazione causata da una serie di frane, alluvioni e terremoti che tra il 1960 e il 1980 causarono poi il definitivo abbandono di tutti gli abitanti. Un posto incredibile in cui le rocce e le costruzioni umane sembrano confondersi tanta è l’armonia con la quale si intersecano. Oggi il paesino è deserto, ma è talmente bello che spesso viene usato come set cinematografico (La passione di Cristo, 007, Basilicata coast to coast).

ROSCIGNO (Salerno, Campania) – La frazione Roscigno Vecchio è ad oggi un paesino completamente abbandonato. Già nel lontano 1902 alcune frane obbligarono gli abitanti a trasferirsi a Roscigno Nuova, un posto creato dal nulla e senza il fascino del vecchio paesino. La particolarità di Roscigno? Se verrete qui troverete un uomo, l’unico abitante del luogo. Si chiama Giuseppe e la sua storia è particolare quasi quanto quella del paesino. Vale la pena di venirci per ascoltarlo mentre vi farà fare una gita tra le vecchie case del paese.

PENTEDATTILO (Melito Porto Salvo, Calabria) – Le cinque dita di cui parla l’etimologia greca del nome di questo paesino indicano secondo la leggenda le cinque dita di pietra che sorreggono Pentedattilo. Paesino abbandonato, ma anche meta turistica, soprattutto negli ultimi anni. Si trova infatti a soli 2 Km dal mare e quindi unisce il fascino del paese fantasma immerso nella natura alla posizione invidiabile con il mare a vista.

PALOMONTE (Salerno, Campania) – Il paese fu abbandonato dopo il terremoto del 1980 e passeggiare tra le sue vie con i negozi e le insegne ancora ben visibili vi darà veramente un brivido. Troverete porte ancora aperte e case ancora “in costruzione” come se da un momento all’altro la vita dovesse rimpossessarsi di queste mura.

BATTAGLIA (Napoli, Campania) – Qui potete trovare un bellissimo castello dove vivono ancora i discendenti della famiglia nobile Gallotti di Napoli. Inoltre troverete delle fontane la cui acqua è famosa per essere estremamente benefica. Oltre a questo non c’è nulla, se non il fascino di un luogo davvero incantato.

CELSO (Salerno, Campania) – Siamo alle pendici del Monte Stella in un paesino dalle origini antichissime (si trova già in un documento risalente al 1050). Da vedere la chiesa parrocchiale dell’Assunta, palazzo Mazziotti e palazzo Amoresano oltre alle affascinanti rovine dell’ex convento degli agostiniani dove ci sono affreschi e tombe gentilizie.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: