ViaggiNews

Aereo precipita in Francia. Le vittime salgono a 150. Le prime immagini dei soccorsi

martedì, 24 marzo 2015

Getty Images

Getty Images

Le notizie che arrivano dal luogo del disastro, nel sud della Francia, dove un Airbus della Germanwings si è schiantato al suolo, peggiorano di minuto in minuto. Il numero delle vittime infatti è salito a 150 e non vi è alcuna speranza di trovare dei sopravvissuti.

Sul posto sono arrivati i soccorsi dopo diverse ore in quanto la zona dove si è schiantato l’aereo era molto impervia e difficile da raggiungere. Il relitto si trova infatti a 2.700 metri di altezza e i rottami sono sparsi nel raggio di due chilometri.

L’aereo ha lanciato un allarme alle 10.47 quando si trovava a circa 5mila piedi e ha dichiarato di trovarsi in una situazione anomala. Poco dopo l’incidente e un testimone che ha dichiarato di averlo visto volare a bassa quota, molto di più rispetto a quanto si vedeva fare di solito. Come si legge sull’Ansa inoltre, la rotta dell’Airbus A320 precipitato era “anomala” rispetto ai classici voli Barcellona-Dusseldorf. Lo afferma il sito specializzato nel monitoraggio voli aerei Flightradar24. L’aereo sarebbe salito a 38.000 piedi prima di scendere inspiegabilmente. A 6.800 piedi il segnale è stato perso.
Una linea telefonica di emergenza è stata messa a disposizione dal ministero degli esteri tedesco per le persone colpite dalla tragedia della caduta dell’aereo di Germanwings. Il numero è 03050003000.

COSA E’ SUCCESSO

Disastro aereo in Francia dove un aereo di linea della GermanWings, la compagnia low cost del colosso Lufthansa, si è schiantato al suolo. A bordo c’erano 148 persone, 142 passeggeri, due piloti e quattro membri dell’equipaggio. Il volo 9525 era partito da Barcellona alle 10,01 diretto a Dusseldorf, dove l’arrivo era previsto per le 11,49, ma mentre sorvolava il Sud della Francia, per motivi ancora sconosciuti, è precipitato nella regione di Digne, tra Digne-les-Bains e Barcelonnette. A darne conferma la Direzione generale dell’aviazione civile francese (DGAC).

Tags:

Altri Articoli Interessanti: