ViaggiNews

Eclissi solare 20 marzo 2015: tutto quello che c’è da sapere

lunedì, 16 marzo 2015

 

eclissi di sole

 

Un’eclissi di sole oscurerà il cielo d’Europa il prossimo 20 marzo. E’ uno degli eventi più spettacolari che il cielo ci regala quest’anno e sarà una delle eclissi più visibili degli ultimi decenni, definita già da qualcuno l’eclissi del secolo. Una meraviglia che ci farà stare tutti con il naso all’insù (e con gli occhi ben protetti).

L’eclissi che si verificherà il prossimo venerdì 20 marzo sarà infatti davvero spettacolare in quanto sarà totale. Al meno al nord Europa dove si farà buio completo per alcuni interminabili secondi alle Far Or e alle Isole Svalbard. Quasi totale in Scozia e Norvegia mentre scendendo verso il Sud Europa lo sarà solo parzialmente. Sarà visibile altresì in Africa occidentale e del nord, in Medioriente, in Russia e KazakistanIn Italia al settentrione la percentuale di copertura della Luna sul sole sarà del 65%, al centro e al Meridione intorno al 50%. Valori comunque eccezionali e sufficienti affinché si oscuri buona parte della nostra Penisola. La prossima eclissi prevista con questi valori sarà nel 2026 (un’altra, ma con valori assai minori, nel 2020) e il buio totale in Italia lo avremo solo con l’eclissi del lontanissimo 2081.

COS’E’ UN ECLISSI – Un eclissi di sole è quando la luna si frappone fra la terra  il sole proiettando sul nostro pianeta la sua ombra. Un evento piuttosto raro in quanto Sole, Luna e Terra devono essere perfettamente allineati in quest’ordine Questa prossima eclissi è detta eclissi dell’equinozio.

ORARIO DELL’ ECLISSI IN ITALIA – In Italia i primi ad ammirare l’eclissi saranno i sardi. La sovrapposizione del nostro satellite sul Sole sarà visibile sull’isola dalle 9:16 a Cagliari, poi Palermo 9:20, Torino 9:21, Aosta 9:22, toccherà a Roma e Firenze alle 9:23, poi un minuto dopo Milano 9:24, Napoli  Bologna alle 9:25 e a Lecce e Trieste alle 9:30.  Il massimo  dell’oscuramento dovrebbe avvenire circa un’ora dall’inizio dell’eclissi, la quale si concluderà poi intorno alle 11:45. La città italiana maggiormente oscurata sarà Aosta la cui percentuale sarà al 67.32, la meno oscurata Reggio Calabria con il 41.62. La buona notizia è che il cielo venerdì sarà sereno e privo di nubi. Le previsioni meteo danno infatti sole su gran parte della penisola, soprattutto al centro e al sud (qui le previsioni meteo della settimana).

EFFETTI ECLISSI – Innanzitutto attenzione: l’eclissi non può essere guardata ad occhio nudo e non sono sufficienti nemmeno dei normali occhiali da sole, si rischiano seri danni alla retina, addirittura la cecità, servono occhialini specifici (acquistabili nei negozi specializzati) o un telescopio, dotato di appositi filtri o in maniera più fai da te, agli occhiali da saldatore numero 14.

Uno degli effetti dell’eclissi potrebbe essere un black out. Il rischio è serio ed è dovuto ad un’alterazione nella produzione di energia. Motivo per il quale Terna – la società che gestisce la produzione elettrica in Italia – ha deciso il distacco per 24 ore di tutti gli impianti eolici e fotovoltaici da 100 o più kW.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: