ViaggiNews

Sei nato per viaggiare? Se è così è merito di un gene e del DNA

giovedì, 5 marzo 2015

Thinkstock

Thinkstock

Sei nato per viaggiare? Ora c’è un modo per scoprirlo ed è proprio scientifico perchè, a quanto pare, c’è un gene che lo prova! Ci sono infatti personee che sentono il bisogno di fare i bagagli e partire, altri invece non hanno minimamente interessa a lasciare la loro abitazione o il loro quartiere! Come si legge sull’Huffington Post ci sarebbe infatti un gene del viaggio, ossia un recettore della dopamina D4. Il gene vero e proprio, è il DRD4-7R ribatezzato il gene della Wanderlust, per il suo legame con alti livelli di   curiosità e irrequietezza.

Questo gene regolerebbe il livello di curiosità di ognuno di noi e, inoltre, ci renderebbe più o meno sensibili a ciò che vediamo fuori e agli stimoli che il mondo ogni giorno ci dà.  Entusiasmo, emozioni, gioia nell’andare a visitare un luogo nuovo e sconosciuto? Nessuna magia, è un gene.

Chi ha questo gene però è una ristretta cerchia di persone. Solo il 20% della popolazione ha infatti un’alta presenza di  questo recettore D4 e c’è una spiegazione logica anche per questo: il gene infatti si sarebbe sviluppato maggiormente nei luoghi in cui storicamente gli spostamenti e le migrazioni sono state incoraggiate. Questa storia del gene del viaggiatore poi sarebbe stata rinforzata anche da un’altra teoria di David Dobbs della National Geographic. Secondo lui il DRD4-7R risulta maggiormente presente in coloro che amano il cibo nuovo, nuove relazioni, anche sessuali e l’esplorazione. Dunque chi è attratto naturalmente da ciò che è nuovo è attratto naturalmente anche dal viaggio e dalla scoperta. Tutto qua dunque, se non avete voglia di viaggiare non preoccupatevi, è una questione genetica e non potrete farci nulla!

Tags:

Altri Articoli Interessanti: