ViaggiNews

Un weekend alla scoperta della Villa Reale di Monza

mercoledì, 25 febbraio 2015

L’8 settembre 2014 ha riaperto le porte al pubblico uno dei più affascinanti tesori dell’arte, della storia e della cultura italiana: la Villa Reale di Monza, dopo due anni di restauro, si presenta in tutta la sua originaria bellezza e accoglie i visitatori con programmi speciali, mostre ed eventi.

I lavori di restauro, curati da Nuova Villa Reale Monza Spa (società controllata da Italiana Costruzioni Spa), hanno riportato in vita diverse zone come il piano terra (con i suoi mosaici Liberty); è la sede de Le Cucine di Villa Reale, un progetto ideato e gestito da F&De Group. Le Cucine offrono tanti appuntamenti per assaporare i piatti della tradizione lombarda nel suggestivo contesto del Lounge bar, del ristorante Conviviale e del ristorante Gourmet, nelle sale arricchite dagli arredi dei migliori brand italiani di design. Accessibile a tutti, dalle 9 alle 24, 7 giorni su 7, il piano terra è diventato un ambiente polifunzionale, che ospita il bookshop della Villa e altri spazi ludici e formativi.

Ma non solo, sono tornati alla luce anche:

  • il primo piano nobile (con le sale di rappresentanza appartenute a Umberto e Margherita di Savoia: la sala delle feste; degli arazzi, del trono e degli uccelli; la sala da pranzo ufficiale e di famiglia e la sala bianca)
  • il secondo piano nobile (con gli appartamenti privati per gli ospiti, caratterizzati da ori e stucchi commissionati da Umberto e Margherita per la breve visita degli imperatori di Germania e gli appartamenti contigui del Principe di Napoli – il futuro Vittorio Emanuele III – e della Duchessa di Genova, mamma della stessa Regina Margherita)
  • il Belvedere (con l’allestimento a firma dell’Arch. Michele De Lucchi delle sale in cui ammirare i graffiti lasciati sui muri dai tempi della Biennale d’Arti decorative a quelli delle famigli istriane che in queste sale hanno vissuto, incorniciati dalle travi in legno del Piermarini) a partire dal 14 dicembre 2014 è diventato sede espositiva del Triennale Design Museum, con “La Bellezza Quotidiana”, una selezione di oltre 200 pezzi della Collezione Permanente del Design Italiano della Triennale.
  • Il Serrone della Villa,(con 100 metri di lunghezza, 26 finestroni arcuati che si affacciano sul roseto) progettato dal Piermarini, conteneva piante esotiche rare. Tra il 27 settembre 2014 e l’15 marzo 2015, ospita la mostra “Giorgio de Chirico e l’oggetto misterioso”. L’esposizione presenta oltre trenta opere con l’obiettivo di illustrare il tema dell’oggetto misterioso tramite soggetti, stili e tecniche della produzione artistica di Giorgio de Chirico, uno degli artisti più importanti e poliedrici del panorama italiano del Novecento. Lungo il percorso espositivo, le opere sono accompagnate da video, racconti e suoni, per un’immersione completa nella vita e nell’arte del Maestro metafisico.

    Giorni e orari d’apertura:
    martedì – venerdì: 10-18
    sabato, domenica e festivi: 10-19
    lunedì chiuso

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: