ViaggiNews

DonnAvventura anticipazioni: dalle Camargue alla Spagna

venerdì, 6 febbraio 2015

donnavventura2E’ ripartito su Rete4 (ogni domenica alle 13.50) il programma che da 15 anni porta le donne in giro per il mondo: DonnAvventura. Un’avvincente format di spedizioni ‘al femminile’ nelle terre più affascinanti e remote del globo che permette di diventare reporter di viaggio. Insieme alle protagoniste visiteremo posti meravigliosi, ci scontreremo con le difficoltà del luogo e prenderemo appunti per il nostro prossimo viaggio.

 Le protagoniste di questa nuova serie TV sono: Ana, 31 anni, di Udine, Donnavventura dal 2009; Aliuska, 31 anni, di origine cubana, ma vive a Roma, farmacista; Camilla, 20 anni, di Padova, studia mediazione linguistica e culturale; Francesca, 25 anni, vive a Chioggia (Venezia), neo laureata in economia e commercio; Lorena, 28 anni, di Torino, laureata in cinema e laureanda in comunicazione dei media; Michela, 28 anni, di Reggello (Firenze), Donnavventura dal 2011; Stefania 33 anni, di Domodossola, anche lei già Donnavventura dal 2006.

Il Grand Raid dell’Oceano Atlantico, così il nome di DonnaAvventura 2015, che ci porterà fino al Marocco e alle isole di Capo Verde, ha preso il via nel cuore della “nuova Milano”, da Piazza Gae Aulenti, in una cornice di grattacieli. Prima tappa la vicina Costa Azzurra partendo dal Principato di Monaco, poi la mondana Saint Tropez, dopodiché viaggio  in catamarano nell’arcipelago delle Isole Porquerolles e rientro nella pittoresca Port Grimaud.

Ecco le anticipazioni della 4a puntata di DonnAvventura

La quarta puntata di Donnavventura si apre con la Camargue, una delle più affascinanti regioni della Francia, fatta di enormi specchi d’acqua salmastra, di praterie, di saline, ma anche di mare e distese di sabbia. Il modo migliore per andare alla scoperta di questo territorio è al galoppo. Non c’è nulla di più suggestivo del cavalcare i bianchi cavalli camarghesi, sulla splendida spiaggia di Saintes Maries de la Mer, magari all’alba o al tramonto.

Ma è tempo di lasciare la Francia ed entrare in Spagna. La prima tappa è la cittadella di Cadaques che sorge nella parte più orientale della Costa Brava. Si tratta di un pittoresco villaggio di pescatori, caratterizzato da viuzze e scorci incantevoli, che hanno stregato poeti, letterati ed artisti del calibro di Pablo Picasso e Salvador Dalì che vi abitò per diversi anni. La sua casa museo è un autentico labirinto disseminato di oggetti, decori, ricordi e dettagli surrealisti.

Lasciata Cadaques la carovana si dirige verso Barcellona, una delle più amate città spagnole. Imperdibile è una passeggiata sulla Rambla, il viale che collega il porto antico, dominato dalla statua dedicata a Cristoforo Colombo, alla Plaça de Catalunya. Ma le attrattive di questa città sono innumerevoli, dai suoi mercati tradizionali come quello di Els Encans e de la Boqueria, all’avveniristica Torre Agbar, il terzo edificio più alto della città. Senza dimenticare ciò che ha prodotto il genio di Antoni Gaudì, architetto della Sagrada Familia e delle strabilianti Casa Batlló e Casa Milà, giusto per citare alcune delle sue fantasiose ed articolate opere.

A Barcellona il team viene raggiunto dalla fashion blogger Elena Barolo che porta le viaggiatrici alla scoperta della parte più glam e modaiola del capoluogo catalano. Ma il tempo vola e il team deve rimettersi in carovana per raggiungere Valencia. Come è stato per Barcellona con Gaudì, anche questa città porta l’indelebile segno di un genio dell’architettura, questa volta contemporaneo, si tratta di Santiago Calatrava. Sicuramente la sua opera più prestigiosa è la futuristica Città delle Arti e della Scienza, una vera e propria città nella città. Si tratta di un centro ludico-culturale che sorprende per le sue caratteristiche stilistiche e la sua complessità concettuale, in grado di divertire, insegnare e divertire allo stesso tempo.

Fa parte del complesso anche l’Oceanografic, il più grande parco marino d’Europa, che ospita un’impressionante numero di specie animali, tra cui trichechi, beluga, pinguini, ognuno ospitato in un ambiente che ne riproduce fedelmente l’habitat naturale. Ricco di suggestioni è anche il centro storico della città con il caratteristico Barrio del Carmen, dove svettano le Torri di Serrano. Ultima tappa sono le isole Baleari. Avremo un assaggio di Ibiza, che non è solamente la capitale del divertimento europeo, ma regala anche angoli sperduti, spiagge assolate e una cittadella ricca di storia.

VIDEO DI DONNA AVVENTURA 4 PUNTATA

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: