ViaggiNews

Dire ‘sì’ in svedese: il suono più buffo che ci sia – VIDEO

domenica, 1 febbraio 2015

sweden

Quando si viaggia è importante conoscere almeno qualche parola della lingua parlata nel luogo che si visita. Al di la del trasversale inglese, -essenziale per muoversi – sapere come si dice nella lingua del posto ‘sì’, ‘no’, ‘grazie’, ‘prego’, ‘buongiorno’, ‘buonasera’, ci permette di entrare più in contatto con quel Paese e la sua cultura. E’ un segno di rispetto. Sapere poi che alcuni gesti con le mani hanno un loro preciso significato, magari opposto al nostro, ci evita altresì di fare brutte figure (ad esempio sapevate che il nostro segno della vittoria nei Paesi anglosassoni è un doppio va a quel paese?!). Per non parlare poi delle differenze fra occidentali e orientali (in Giappone è buona creanza ruttare dopo aver mangiato, leggete tutte le curiose differenze)

Conoscere vuol dire essere viaggiatori e non semplici turisti, perché ci fa capire qualcosa in più della cultura di un luogo, ci entriamo in qualche modo dentro e a contatto. Chi sa come si dice ‘sì’ nel nord della Svezia? A Stoccolma e dintorni ‘sì’ è ‘ja’, ma salendo verso nord si dice in maniera molto diversa e – ammettiamolo – molto buffa.

A Umea, una cittadina nel nord della Svezia, ‘sì’ si dice con una sorta di strana aspirazione. Nel video seguente Oliver Gee per The Local (canale youtube The Local) ha intervistato gli abitanti di Umea mostrando il suono tutto particolare che emettono per dare la risposta affermativa. Provateci anche voi: riuscite a dire sì in svedese del nord?!

Tags:

Altri Articoli Interessanti: