ViaggiNews

Paese che vai, usanze che trovi. Ecco alcuni gesti da evitare all’estero

venerdì, 16 gennaio 2015

gesti da evitare

Noi italiani siamo famosi in tutto il mondo per la nostra gestualità, riusciamo a farci comprendere da uno straniero anche senza conoscere una sola parola della sua lingua. Eppure, in alcune località, dobbiamo prestare molta attenzione a quello che facciamo per evitare di offendere qualcuno. Abbiamo già visto che in Iran è vietato tagliarsi i capelli come David Bowie e, ancora, abbiamo anche scritto i motivi più assurdi del mondo per essere arrestati in vacanza ma ora prestiamo attenzione ai gesti (qui un’altra piccola selezione) che possono essere fraintesi e farci passare un brutto quarto d’ora.

Gesti da evitare all’estero

Non mangiare con la mano sinistra
In Medio Oriente, in India e in Africa la mano sinistra è considerata impura poiché utilizzata per le questione igieniche da fare in bagno, per cui i nostri commensali, nel vederci utilizzare tale mano, potrebbero guardarci con disprezzo e comunque con aria disgustata.

Non salire sul sedile posteriore dei taxi
In Australia e in Nuova Zelanda è buona abitudine sedersi di fianco al conducente del taxi e non dietro, come invece facciamo abitualmente in Italia, perché l’accomodarsi sul sedile posteriore viene considerato un gesto presuntuoso e snob.

Non riempire il proprio bicchiere
Il bon ton giapponese vuole che a tavola si pensi ai bisogni dei commensali e non ai propri. Riempire il proprio bicchiere vuoto viene interpretato come un gesto di maleducazione. Etichetta vuole che si debbano riempire i bicchieri vuoti di coloro che condividono il tavolo con noi, qualcuno contraccambierà il gesto riempiendo il nostro.

Attenzione al pollice in su
Uno dei gesti più usati in tutto il mondo, che significa Ok, va tutto bene, in alcune località può risultare offensivo. In Medio Oriente, infatti, levare il pollice in su è considerato un gesto molto offensivo. In Brasile, invece, ha lo stesso significato solo se il palmo della mano non viene rivolto verso se stessi poiché il quel caso diventa un vero insulto nei riguardi di chi lo riceve.

Non mandare fiori in numero pari
Se sei in Ucraina e vuoi fare un omaggio floreale a qualcuno ricorda di comprarne in numero dispari poiché il numero pari di fiori si offre solo alle persone defunte.

Occhio al classico segno di pace
Il classico gesto di pace, tanto utilizzato tra i giovani di tutto il mondo, in Irlanda e nel Regno Unito può essere malinteso se non fatto nel verso giusto. Infatti fare tale gesto con il palmo della mano rivolto verso di noi vuol dire mandare a quel paese colui o colei a cui viene rivolto.

La mancia può essere offensiva
In Europa e in gran parte del mondo lasciare la mancia dopo aver consumato un pasto è un gesto di apprezzamento nei confronti dei camerieri che ci hanno servito. Negli Stati Uniti, poi, è addirittura obbligatorio lasciare la mancia invece in Giappone e in Corea è meglio andar solo salutando e ringraziando e non lasciare alcune mancia perché i camerieri la interpreterebbero come un insulto.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: