ViaggiNews

Belize: guida al paese degli atolli corallini e delle incredibili rovine Maya

venerdì, 7 novembre 2014

Belize

Il Belize è un paese le cui dimensioni non sono impressionanti, ma che al suo interno nasconde isole da sogno, fantastiche rovine Maya, spiagge favolose e un mare semplicemente incantevole. Posizionato tra Guatemala e Messico, è un luogo da scoprire e rivalutare.

Belize: cosa fare e vedere

Il Belize è noto per vantare la seconda barriera corallina più lunga del mondo. Patrimonio dell’Unesco dal 1996, la protezione di questo santuario naturale garantisce la sopravvivenza di un ecosistema unico. Tra i cayers (isolotti da sogno) che costellano le coste del Belize vi segnaliamo quelli più noti di Caye Ambergris (a cui Madonna ha dedicato la canzone La Isla Bonita) e Caye Caulker; le coste di quest’ultimo sono quasi completamente ricoperte da mangrovie e godono dell’ombra offerta dalle palme da cocco. Sulla costa orientale troverete siti facilmente raggiungibili per immersioni, snorkeling e pesca. Ad Ambergris invece potrete fare immersioni subacquee spostandovi a est del principale centro abitato di San Pedro.

Come accennato, abbondano anche le antiche vestigia del patrimonio Maya. Altun Ha, per esempio, è un must da visitare se volete conoscere qualcosa di questa affascinante cultura. La maggior parte dei templi risale al 550, 650 d.c. Tra di essi vi segnaliamo: il tempio della tomba verde, luogo dove venne ritrovata la tomba del re sacerdote e il tempio della Massoneria Altare che raggiunge i 60 metri sopra il sito. Qui è stata trovata una testa di giada di 15 cm. rappresentante il Dio Sole Kinich Ahau.

Altro sito archeologico degno di nota è Lamanai, il più grande e importante. Il suo nome vuol dire coccodrillo sommerso e la sua fondazione risale al 1500 a.c. La maggior parte di questa antica città è costruita da strati. Tra le strutture più imponenti sottolineiamo: il Mask Temple, il Jaguar Temple e l’High Temple.  Per raggiungere questo insediamento è necessario prendere una barca e risalire il New River.

Infine non dimenticate Xunantunlch (vergine di pietra) che è stato un centro rituale di grande importanza poi abbandonato a seguito di un terremoto nel 900. El Castillo è l’edificio più alto e spicca al di sopra della giungla.

Belize: come arrivare

Purtroppo non ci sono voli diretti per il Brasile dall’Europa né dall’Italia, quindi dovrete prendere qualche coincidenza dalle principali città o isole degli Stati Uniti e dal Messico. Noi vi consigliamo, se possibile di atterrare all’aeroporto di Miami, perché da lì il volo per il Belize dura solo 2 ore. Dal Philip SW Goldson International Airport poi, per arrivare in centro dovrete prendere il taxi.

 Belize: dove dormire:

Troverete favolosi resort dai prezzi piuttosto contenuti e alberghi in cui, a seconda delle vostre disponibilità economiche camere doppie potrebbero andare dai 50 ai 90 Euro, presenti anche ostelli adatti a chi ama viaggiare in modo più avventuroso.

 

 

 

 Fonte foto: Pinterest

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: