ViaggiNews

Previsioni meteo: ecco cosa ci aspetta per il ponte dei Santi

mercoledì, 29 ottobre 2014

meteo

Si preannuncia un weekend di sole e di caldo su tutta Italia quello del 31-1-2 novembre. Ecco cosa annunciano le previsioni meteo per il fine settimana dunque: un po’ di quiete dal maltempo in questo weekend festivo dando così respiro ad attività commerciali e hotel che puntano su questi giorni per aumentare un po’ gli incassi. Ma non solo, sono tanti infatti quelli che hanno deciso di partire e concedersi qualche giorno di relax in questo ponte dei Santi.

Oggi resistono le nubi sulla Sardegna e sui versanti adriatici e centrali dell’Italia, persino con qualche annuvolamento sul Sud Italia, ma alternati agli sporadici temporali ci saranno anche ampie schiarite, soprattutto sulla Sicilia. Dal 31 ottobre però l’alta pressione e il bel tempo invaderanno letteralmente il nord Italia fino a quando nel fine settimana ci sarà sole su tutta Italia con temperature molto piacevoli di giorno, ma nettamente in calo durante la notte.

Il probelma si preannuncia però essere dal 4 novembre in poi quando, finito il bel tempo del fine settimana, tornerà la pioggia al nord con violenti nubifragi  anche sulle zone che sono state precedentemente colpite dall’alluvione come la Liguria e in special modo Genova, il Piemonte e alcune zone del centro Italia.

Previsioni che, del resto, vanno in pieno accordo con gli annunci di quello che si preannuncia come un inverno tra i più freddi degli ultimi anni. Gli esperti meteorologi hanno infatti studiato che esiste una stretta correlazione fra il surriscaldamento globale e l’aumento di correnti fredde. Se le temperature degli oceani aumentano, proporzionalmente si creano delle masse di aria fredda che si spostano dal vortice polare. Detto in altre parole, il riscaldamento degli oceani, che fa sciogliere le calotte artiche, crea un cambiamento sulle correnti polari che si spostano verso Europa, Stati Uniti e Canada.

Quindi secondo questo studio l’inverno 2015 sarà il più freddo degli ultimi 100 anni, ma non sarà affatto un’eccezione: visto che il riscaldamento globale non tende a diminuire anche i prossimi inverni saranno gelidi.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: