ViaggiNews

“Pianeta in Vendita”: il cinema si schiera e protegge territorio e ambiente

giovedì, 9 ottobre 2014

Thinkstock

Thinkstock

La tutela dei paesaggi, la resistenza dei territori e in generale l’argomento Terra sono al centro di quattro incontri che dal 9 al 21 ottobre l’Osvic, Italia Nostra – nelle sezioni Sinis Cabras Oristano, Sassari, Sant’Antioco e Cagliari -, e il C.S.C. UNLA di Oristano per il secondo anno consecutivo, propongono attraverso l’iniziativa itinerante dal titolo Pianeta in Vendita: il cinema per raccontare la difesa dei territori e i diritti delle comunità.

Un’occasione di denuncia attraverso lo strumento del cinema, ma anche di riflessione e proposte per le numerose emergenze ambientali e sociali che continuano ad interessare il territorio regionale della Sardegna e che hanno avuto nell’alluvione del novembre 2013 il momento forse più drammatico.

Le pellicole proposte racconteranno le violazioni dei diritti di comunità e popoli e l’attacco indiscriminato al paesaggio, con un focus particolare sul tema del dissesto idro-geologico del territorio. Questo, in particolare, il tema affrontato dal giornalista Gian Antonio Stella che sarà ospite all’inaugurazione dell’iniziativa a Oristano il 9 ottobre alle ore 18.00 presso il Mistral 2 Hotel. L’iniziativa proseguirà il 15 ottobre a Sant’Antioco (Torre Canai ore17), il 16 a Cagliari (Sottopiano Palazzo Civico di Cagliari ore17) e si concluderà il 21 a Sassari (Biblioteca comunale ore 17).

I documentari, Fango di Emanuele Piccardo e Nouakchott – risultato di un workshop collettivo coordinato dai registi francesi Julien Fiorentino e Stanislas Duhau -, racconteranno le violazioni dei diritti di comunità e popoli, ma anche l’impegno prezioso di comitati ed associazioni che in ogni parte del mondo sono accomunati da un sottile “filo rosso”: la volontà di porre i beni comuni fuori da qualsiasi logica di mercato e di speculazione, nel “ritorno alla terra” e ai suoi valori imprescindibili. Ciascuna proiezione sarà seguita da un dibattito con la partecipazione della cittadinanza, dei comitati e delle associazioni che localmente operano a difesa dei Beni Comuni. L’iniziativa prevede inoltre una serie di eventi collaterali.

  • Una mostra fotografica che racconta il Tema del Pianeta in Vendita nei territori dell’Isola in collaborazione con la Consulta Giovanile di Bauladu, Arborea, Palmas Arborea;
  • Seminari presso le Università di Sassari e di Cagliari, in collaborazione con le facoltà di Agraria e di Geologia sul tema del dissesto idro-geologico e dell’uso non- agricolo dei terreni in Sardegna;
  • Un tuor di “Pianeta in Vendita” nelle scuole fra ottobre e dicembre.

L’ingresso a tutte le iniziative è gratuito.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: