ViaggiNews

Tour Eiffel: l’incredibile pavimento di cristallo per camminare nel vuoto (FOTO)

martedì, 7 ottobre 2014

Tour Eiffel

Corriere.it

Tour Eiffel: se avete in programma un viaggio a Parigi, non potete ovviamente mancare di visitare uno dei suoi simboli conosciuti in tutto il mondo. Molti innamorati scelgono infatti di dichiararsi amore eterno proprio sulla cima del monumento (dove tra l’altro c’è anche un ristorante molto rinomato), che è una delle mete più romantiche possibili. Da oggi – dopo due anni di lavoro – la Tour Eiffel ha aggiunto una motivazione in più per raccogliere turisti da tutto il mondo: un panorama da brivido.

Tour Eiffel: il pavimento trasparente per un panorama da brivido

Tour Eiffel: per il monumento che porta circa 7 milioni di visitatori all’anno era infatti giunto il momento di un restauro, o meglio di un tocco di modernità che attirasse ancor di più i turisti da tutto il mondo. Il primo piano della torre è infatti stata sostituito con una passerella in cristallo per poter effettuare una passeggiata nel vuoto a 57 metri d’altezza!

Lo studio di architettura Moatti/Rivères che ha curato i lavori – durati appunto due anni e costati circa 30 milioni di euro – ha fatto le cose per bene e ha costruito le barriere di vetro che proteggono il pavimento in modo leggermente inclinato per amplificare l’effetto vertigine. Le costruzioni di questo piano – che risalivano al 1981 – sono state abbattute e ricostruite seguendo un design più innovativo, che ha voluto dare maggiore spazio alla forma della torre.

Tour Eiffel: un primo piano tutto rinnovato a cui si aggiungono anche negozi, un percorso culturale e uno gastronimico; l’obiettivo è infatti quello di attirare l’attenzione dei visitatori che spesso preferiscono i piani più in alto, di solito il secondo e il terzo, per la vista sulla città.

La nuova Tour Eiffel è anche ecologica: sono infatti stati installati quattro pannelli solari per il fabbisogno di acqua calda dei padiglioni del monumento. Presto due pale eoliche verranno impiegate per l’alimentazione elettrica.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: