ViaggiNews

Fanno ritardare il volo e stanno in piedi per 11 ore perchè non si vogliono sedere vicino a…

mercoledì, 1 ottobre 2014

Getty Images

Getty Images

Dopo la pagina Facebook che hanno creato alcune hostess in cui vengono immortalati i passeggeri più maleducati del mondo, proprio dall’universo aereo arriva un’altra notizia destinata a far discutere molto.

Siamo a New York, su un volo El Al, che dalla “Grande Mela” doveva arrivare a Tel Aviv quando, diversi ebrei ortodossi hanno fatto partire in ritardo il volo rifiutandosi di sedersi accanto ad una donna per motivi legati alla loro religione.

La notizia è apparsa qualche giorno fa sui giornali internazionali e racconta come una donna di nome Galit si trovava seduta di fianco al marito quando, uno dei fondamentalisti, seduto dall’altro lato, le ha chiesto di spostarsi. L’uomo che ha fatto la strana richiesta è un haredi, un ortodosso giudaico, e, davanti alla risposta negativa della donna si è alzato di scatto mettendosi in piedi in mezzo al corridoio.

L’ebraismo ultra-ortodosso infatti vieta il contatto fisico tra uomini e donne, ma è chiaro come su un aereo la cosa sia praticamente impossibile. Così alcuni haredi hanno trascorso 11 ore di volo nel corridoio dell’aereo pregando e intralciando evidentemente il lavoro delle hostess e degli steward. La compagnia area ha fatto sapere di aver provato a fare il possibile per assecondare le richieste dei passeggeri che, in alcuni casi sono arrivati anche a proporre dei soldi per far spostare le donne.

In risposta è scattata una petizione online promossa dalle stesse donne della Comunità Ebraica che, comesi legge sull’Huffington Post, si sono sentite discriminate e hanno chiesto alla compagnia El Al di fare in modo che in futuro non si ripresentino incidenti analoghi suggerendo di riservare sempre alcuni posti per soddisfare le esigenze più particolari dei vari utenti della compagnia.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: