ViaggiNews

Lima: l’incantevole capitale del Perù tra antichità e modernità

sabato, 20 settembre 2014

Lima

La città di Lima, capitale del Perù decantata anche dal noto scrittore Vargas Llosa attrae per il suo fascino, la sua tradizione secolare, la ricchezza dei tesori di un’antica civiltà e di una particolare spinta ad emergere tra tutte le città del Sudamerica.

Lima: un po’ di storia

Per apprezzare degnamente questa città è necessario un breve excursus storico. Lima fu fondata da Francisco Pizarro con il nome di Città del Re ed è stata la capitale del vicereame del Perù. Una leggenda indica che il luogo di fondazione della città sia stato scelto il 6 gennaio, giorno della Feste dei Re Magi da cui l’antico nome: Los Reyes.  Il nome attuale invece deriva dal Rimac, il fiume che la attraversa e che in quechua significa: conversatore.

Lima: cosa vedere e cosa fare

Il centro storico è conosciuto anche con il nome di Damero di Pizarro per la distribuzione delle strade simili a una scacchiera. Dal 1991 questa zona è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.

Da vedere assolutamente a Lima:

  • Plaza Mayor: centro dell’antica città coloniale, fino al 1990 era conosciuta anche come Plaza de Armas. Si tratta del luogo pubblico più antico di Lima. Al momento della fondazione della città Pizarro si insidiò su un precedente accampamento indigeno.
  • Palazzo del governo: sul lato nord della piazza il Palazzo del governo fu la residenza di Francisco Pizarro, da allora ha sempre rivestito un ruolo molto importante come centro politico del Perù. All’interno ci sono saloni e patii dedicati a personaggi famosi della storia peruviana. Ogni giorno alle 11.42 è previsto il cambio della guardia da parte degli Ussari di Junin.
  • Cattedrale di Lima: l’interno è austero, ma non fatevi spaventare. Qui sono custoditi i resti di Francisco Pizarro. Al suo interno vi è anche il Museo d’Arte religioso con collezioni di tele e calici.
  • Chiesa e convento di San Francesco: è il complesso religioso più significativo di Lima, ma anche l’esempio più significativo di architettura coloniale in America Latina.
  • Torre Tagle Palace: emblema dell’eleganza e dello stile del XVIII secolo.
  • Parco della Riserva: aperto nel 1929 oggi si distingue per lo spettacolare gioco di acqua e luci chiamato The Magic Water Circuit.

Lima: dove mangiare

Oggi Lima, con la sua spinta all’innovazione, è diventata uno dei palcoscenici migliori per aprire un ristorante e per mostrare la propria maestria. Ecco qualche indirizzo che potrebbe tornarvi utile:

  • Rafael: dall’aria internazionale, è gestito da uno chef che ha girato il mondo e che potrà regalarvi un’indimenticabile esperienza culinaria. San Martin 300, Miraflores, Lima
  • Cevicheria La Mar: qui il piatto forte è il pesce, servito in uno spazio molto grande, ma protetto. Av. La Ma 770 , Miraflores.
  • La Gloria: cibo raffinato e ristorante di gran gusto. Calle Hatahualpa, Miraflores, Lima.

 Lima: come arrivare

L’aeroporto di riferimento è il Jorge Chávez che gestisce voli nazionali e internazionali. Da lì poi si può prendere comodamente un taxi per il centro della città.

Lima: dove dormire

Trattandosi della capitale c’è molta offerta, dagli ostelli veramente economici come il Dragonfly Hostel, oppure i 3 stelle tra i 100-140 Euro per 2 notti e due persone.

Fonte foto: web

Tags:

Altri Articoli Interessanti: