ViaggiNews

San Gimignano: 13 torri e un fascino millenario

venerdì, 19 settembre 2014

Getty Images

Getty Images

Il nostro Bel Paese offre tantissimi luoghi, città e panorami degni di nota e di una visita, almeno una volta nella vita. Uno di questi si trova in Toscana ed è San Gimignano. Il suo centro storico, non a caso, è stato dichiarato patrimonio dell’umanità dall’Unesco proprio per la sua architettura sorprendente: è tutto in stile medioevale e tutto è rimasto come era all’origine, senza che la mano dell’uomo abbia intaccato particolarmente lo spledore di questo luogo.

Da qualunque parte si arrivi, San Gimignano svetta sulla collina con le sue famosissime 13 torri anche se pare che, in passato ve ne fossero 72, una per ogni nucloe familiare benestante. Così, se a Firenze si sono torri e palazzi pubblici, a San Gimignano le torri e tutta la struttura mostrano un aspetto storico e ilvolto di una città feudale toscana, con una sua autonomia e forza. Come si legge sul sito dell’Unesco infatti, il suo centro storico conserva tantissimi capolavori dell’arte italiana datati tra il XIV e il XV secolo e, tutti, sembrano perfettamente uguali a come erano secoli fa: stessa posizione, stessa collocazione strutturale attorno…nulla fa presagire, guardandoli, che possa essere passato del tempo dalla loro creazione. Questo luogo è infatti una vera e propria testimonianza della civiltà medievale. Nonostante la sua “metratura” limitata infatti racchiude in sé tutte le strutture e le opere architettoniche tipiche di quel periodo storico perfettamente conservate: piazze, strade, chiese, palazzi, pozzi…

Nella Colleggiata ad esempio si trova l’affresco del Giudizio Universale, realizzato da Taddeo di Bartolo, il Martirio di San Sebastiano di Benozzo Gozzoli e i magnifici affreschi di Domenico Ghirlandaio. Ma non si possono poi dimenticare anche gli affreschi di Memmo di Filippuccio che dovevano servire a decorare le stanze del Podestà all’interno del bellissimo Palazzo del Popolo.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: