ViaggiNews

Vacanze e relax. “Lerici legge il mare”: libri e benessere in Liguria

mercoledì, 17 settembre 2014

08-09-12 presentazioni in alto mare

Ambiente, cultura, stili di vita, impegno sociale: sono queste le rotte dei nuovi «Esploratori del mare» ai quali è dedicata la sesta edizione di «Lerici Legge il Mare», la rassegna di letteratura e cultura marinaresca che si tiene a Lerici dal 19 al 21 settembre 2014. Unica in Italia, la kermesse letteraria fa navigare scrittori e lettori non solo tra le pagine dei libri ma anche su barche a vela, la goletta Oloferne e il leudo Zigoela che quest’anno guideranno una piccola flotta di cui faranno parte, oltre al Quinto Remo, anche imbarcazioni messe a disposizione dei soci UISP e una flottiglia di vele latine.

Per l’edizione 2014 scendono nello specchio d’acqua di Lerici scrittori, storici, sociologi, giornalisti d’inchiesta e naturalmente i nuovi navigatori- esploratori come

  • Patrizio Roversi, velista per caso, che ha ripreso il mare con Adriatica, comandata da Filippo Mennuni, sulla rotta di Magellano con il progetto Pigafetta500 (nel 2019 saranno 500 anni della prima circumnavigazione del globo)
  • l’equipaggio di Mediterranea, la spedizione capitanata dallo scrittore e giornalista Simone Perotti che per cinque anni navigherà nel Mare Nostrum per tessere nuove rotte culturali all’insegna del co-sailing e di un nuovo stile di vita.

Vere e proprie esplorazioni nei segreti più bui dei disastri ambientali marini sono invece quelle condotte da Sondra Coggio e Nicolò Carnimeo, rispettivamente autori di Il golfo dei veleni e Come è profondo il mare, che a Lerici faranno il punto su illegalità e abusi nel Grande Blu.

«Una nuova cultura marinara passa inevitabilmente per una nuova cultura dell’ambiente marino. Per questo a Lerici Legge il Mare letteratura, tradizione e attualità sono congiunte» dice Bernardo Ratti, presidente della Marittima lericina, che quest’anno consegnerà il Premio Solidarietà in mare alla moglie di Natale De Grazia, l’ufficiale della Capitaneria di Porto, avvelenato in circostanze ancora da chiarire mentre indagava sulle navi dei veleni.

È il Mediterraneo, con tutte le sue contraddizioni, il grande protagonista di questa edizione. Lo esplora con i lettori Franco Cardini, celeberrimo storico, che nel suo libro Il Grande Blu ne ha ripercorso le vicende e i protagonisti dall’antichità ad oggi. Mentre delle crisi attuali si parla con Gianluca Solera, autore di Riscatto Mediterraneo, reportage sulle cause e conseguenze della Primavera araba, e durante la conferenza Mare Nostrum con le testimonianze dei comandi della Marina Militare e delle Capitanerie di Porto impegnati in prima linea nell’emergenza umanitaria. Sui pro e contro delle Crociere delle Gramdi Navi si parlerà, con vari protagonisti del settore, in una tavola rotonda.

Non poteva mancare nella rassegna uno spazio dedicato alla storia navale e alle tradizioni marinare: Massimo Annati, autore di All’arrembaggio , esplorerà venticinque secoli di battaglie navali; Gianni Boscolo condurrà i lettori a esplorare i fari di tutto il mondo, tra leggende e tecnologia; Alfredo Mosso terrà un incontro-lezione sui segreti dell’arte marinaresca. E per chi ama vedere il mare da una prospettiva diversa: Leonardo d’Imporzano con il libro Palombiro esplorazione tra i segreti dei palombari della Marina. E per l’angolo navigazioni incredibili, le storie di Marco Moretti e Marco de Candia che l’Atlantico l’hanno attraversato a bordo di due vecchie auto. Un mare in versi è invece quello proposto dalla poetessa Donatella Zanello.

Gli eventi collaterali a Lerici

Durante la rassegna sarà aperta una grande libreria di libri di mare presso la quale si possono prenotare gli imbarchi. Tanti gli eventi collaterali, in acqua e a terra:

  • regate per i più giovani e caccia al tesoro per i più piccoli
  • concerti in Piazza
  • dimostrazioni della Scuola Italiana Cani Salvataggio
  • esplorazioni in barca nel Golfo dei Poeti (a cura della Uisp)
  • Marinaresche a cura dei comandanti della marittima
  • tre mostre: «Eolo nelle rose dei venti» e «Rotte vere e rotte fantastiche» di Antonio Barrani al Castello di Lerici dove ci sarà anche la possibilità di provare a trasmettere un messaggio radio con l’iniziativa dell’associazione di radio amatori Cisar Tigullio. Mentre al Circolo Vela Erix una mostra fotografica «Il mare, la sua vita, il suo contesto» dedicata a Marco Mamino, il fotografo ufficiale della rassegna recentemente scomparso.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: