ViaggiNews

Matera: ecco i motivi per cui dovete assolutamente visitare questo luogo

mercoledì, 10 settembre 2014

 

 

mefdscx

La bellezza di una regione come la Basilicata è arricchita da un luogo unico al mondo nonchè il primo sito italiano a far parte del Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco circa 10 anni fa, nel 1993: Matera. I suoi famosissimi sassi infatti sono diventati un patrimonio culturale di importanza mondiale e rappresentano un ecosistema che nonostante il passare degli anni si è mantenuto immutato in tutto il suo splendore.  Ma non solo, Matera è stato anche set di diversi opere letterarie e cinematografiche, come il romanzo “Cristo si è fermato a Eboli” di Carlo Levi e “La passione di Cristo” di Mel Gibson.

Ecco cinque motivi per cui dovete assolutamente visitare i Quartieri dei Sassi a Matera:

  • La storia: tutta questa zona ha un patrimonio storico di importanza incredbile. Si tratta di labirinti di case scavate nel tufo e meritano una visita non solo le grotte, ma tutto l’intero sistema vitale che, dalla Preistoria ad oggi ha animato questa zona. Non si può dimenticare nemmeno il momento di degrado che hanno vissuto i quartieri dei sassi a Matera, definiti come un’infamia nazionale da Togliatti e la vergogna del paese secondo De Gasperi negli anni ’30.  Il Circolo delle Scalette ha poi recuperato tutta la zona con case, chiese e grotte.
  • Immersioni in un mare da sogno: Maratea è famosa per le sue spiagge dall’acqua blu che le hanno valso numerosi riconoscimenti. Da visitare Cala Jannita, una delle più belle della Regione, che ha una particolarità: viene infatti chiamata “Spiaggia nera” per via del colore scuro della sabbia. Spiaggia Fiumicello, che ha un mare cristallino e anche da vedere ci sono le numerose calette nel tratto di costa del golfo di Policastro, affacciate sul mar Tirreno, adatte soprattutto per gli amanti delle immersioni.
  • Il Sasso Caveoso: è un luogo spettacolare, una sorta di anfiteatro naturale che, in passato ha reso praticamente la città di Matera inespugnabile. Qui si trova la casa museo, abitata un tempo da 11 persone, dedicata alla vita di Carlo Levi che si rifugiò qui, esiliato dal fascismo, e alla vita dell’epoca con mangiatoie e mobilio.
  • La città delle 44 chiese: forse non lo sapevate, ma Matera è anche chiamata la città delle 44 chiese per via degli svariati monasteri interessanti. Fra tutte la più importante è la Basilica di San Biagio, dedicata al santo patrono, ma da visitare ricordiamo anche la Chiesa di Santa Maria Maggiore e la Chiesa dell’Annunziata.

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: