ViaggiNews

10 posti incredibili dove nessuno può mettere piede

mercoledì, 10 settembre 2014

10 posti incredibili

Getty Images

10 posti incredibili, ma inaccessibili: al mondo ci sono infatti dei luoghi che nessuno conosce, ma non perché siano invisibili, quanto per il fatto che alcun uomo ci può mettere piede. Esistono dei posti in cui la presenza delle persone non è gradita, magari per proteggere dei beni storici di importanza straordinaria che non potrebbero sopportare l’esposizione agli esseri viventi, oppure ancora per non svelare dei segreti di importanza fondamentale per l’umanità, come per quanto riguarda la famosa Area 51. Noi di Viagginews vi vogliamo portare all’interno di questi luoghi incontaminati  – grazie alla speciale classifica proposta dal sito The Richest – per farvi scoprire quanto c’è di bello e di ancora tanto misterioso nel mondo.

10 posti incredibili dove l’uomo non può arrivare

10 posti incredibili senza che l’uomo possa vederli. Siete divorati dalla curiosità? Questi posti possono senza dubbio far parte di cui posti da favola, così sensazionali da non credere che esistano davvero. Siete pronti?

1) Archivi segreti vaticani: si sono visti soltanto ne “Il Codice da Vinci” (riprodotti). Si tratta infatti di 52mila scaffali che contengono tutte le leggi promulgate dalla Chiesa nella sua storia. Fino al 1881 solo il Papa poteva accedervi.

Archivi segreti vaticani

Getty Images

2) Caverne di Lascaux, Francia: questo patrimonio dell’Unesco è infatti inaccessibile dal 2008 dopo che le caverne sono state chiuse definitivamente al pubblico per via dei danni provocati ai dipinti parietali risalenti a 17.300 anni fa a causa dell’anidride carbonica prodotta dai visitatori.

Caverne di Lascaux

Getty Images

3) Poveglia, Italia: l’isola era il lazzaretto dei malati di peste, esiliati qui in tre occasioni per non infettare Venezia. Successivamente gli edifici del posto sono stati riconvertiti in ospedale psichiatrico fino al 1968. Da allora l’isola è deserta e non è stata acquistata da nessun privato.

poveglia

Dal web

4) Chiesa di Nostra Signora di Sion, Etiopia: si dice che custodisca l’Arca dell’Alleanza anche se non si sa quanto sia vero e quanto no, visto che soltanto un monaco è autorizzato ad entrarvi e ad esserne guardiano fino alla morte, non prima di aver nominato un successore.

chiesa di sion

Corriere della Sera

5) Niihau, Hawaii: viene soprannominata “l’isola proibita”, perché è abitata da sole 130 persone e ed è accessibile solo dai parenti di questi, dal personale governativo e dai Marines degli USA.

Niihau (Hawaii)

Dal Web

6) Pine Gap, Australia: è una stazione di rilevamento satellitare co-gestito dal governo statunitense e quello australiano ed è utilizzata per individuare obiettivi da distruggere con i droni. Ovviamente nessuna persona senza autorizzazione può accedervi.

Pine Gap

Getty Images

7) Negev Nuclear Research Center, Israele: di questo luogo si sa solo che si trova nel deserto del Negev e che probabilmente qui il governo israeliano costruisce delle armi nucleari, anche se questo fatto c’è sempre stato massimo riserbo. Un’ex dipendente che ha provato a raccontare cosa succede dentro il centro è stato infatti accusato di tradimento e processato.

Negev Nuclear Research Center (Israele)

Getty Images

8) Ise Grand Shrine, Giappone: si tratta di un enorme complesso formato da centinaia di santuari shaoisti. I turisti non possono accedervi, ma guardare solo da fuori dalle alte recinzioni di legno. Nell’edificio centrale è infatti custodito il sacro specchio della dea Amaterasu che non deve essere mostrato a nessuno.

Ise Grand Shrine (Giappone)

Getty Images

9) Metro- 2, Russia: si tratterebbe di una rete metropolitana parallela commissionata da Stalin per collegare il Cremlino con le sedi dell’aeroporto di Mosca e con la presunta città sotterranea di Ramenki. Si dice che ancora oggi venga utilizzata, anche se nessuno ne ha mai confermato l’esistenza.

metro 2

Dal web

10) Jiangsu National Security Museum, Cina: ovvero, lo spionaggio ai tempi di Mao. Proibito ai turisti, è accessibile solo ai cinesi che possono ammirare – dietro restrizioni ferree – armi spionistiche camuffate da oggetti di uso quotidiano.

Jiangsu National Security Museum (Cina)

Corriere della Sera

Tags:

Altri Articoli Interessanti: