ViaggiNews

Il 6 settembre scatta il “Moonwatch Party” la serata dedicata all’osservazione della luna

venerdì, 5 settembre 2014

Getty Images

Getty Images

Domani sera tutti con il naso all’insù in occasione del “Moonwatch Party”, una sorta di festa mondiale dedicata all’osservazione del nostro satellite.  Come si legge sul sito della Unione Astrofili Italiani, promotrice del progetto, l’ International Observe the Moon Night (InOMN) – http://observethemoonnight.org/ – è una iniziativa promossa a livello mondiale da numerose organizzazioni, enti di ricerca, associazioni, scienziati, educatori.

Fra gli altri sono coinvolti la NASA ed altre importanti istituzioni come Astronomical Society of the Pacific & the NASA Night Sky Network, EU-Universe Awareness, Lunar and Planetary Institute, NASA Lunar Science Institute per citarne alcuni (l’elenco completo è consultabile su http://observethemoonnight.org/about/).  In Italia da alcuni anni l’appuntamento è promosso da INAF – Istituto Nazionale di Astrofisica – e UAI – Unione Astrofili Italiani.

L’UAI, tramite il sito, ha invitato le associazioni astrofili locali ad aderire all’iniziativa organizzando presso le proprie sedi attività divulgative e postazioni osservative dedicate all’osservazione della Luna: un Moonwatch Party per ogni associazione partecipante !
La Luna sarà poco oltre tra la fase di Primo Quarto e quella di Luna Piena.

Questo è l’ennesimo appuntamento che vede la luna al centro della nostra estate. Domenica 10 agosto 2014, alzando lo sguardo al cielo, avevamo infatti osservato una super Luna oltre alle classiche stelle cadenti della notte di San Lorenzo. Era già la seconda volta che la si poteva osservare, la prima era stata il 19 di marzo, e la prossima sarà il 9 di settembre.

Come si legge sul sito dell’Unione degli Astrofili Italiani, con l’espressione superluna si indica una Luna Piena che si verifica al perigeo, cioè quando essa si trova alla minima distanza dalla Terra.  Ciò avviene perchè la Luna percorre un’orbita ellittica e non circolare attorno alla Terra, per cui nell’arco di un mese la distanza Terra-Luna varia tra un valore minimo, appunto il perigeo, e un valore massimo, l’apogeo.

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: