ViaggiNews

Caserta, un week end nella città della Reggia VIDEO

venerdì, 1 agosto 2014

reggia di caserta

Un viaggio all’interno della splendida Reggia di Caserta/Roma – La città di Caserta è famosa in tutto il mondo per la meravigliosa Reggia progettata da Carlo Vanvitelli, nel 1750, su richiesta dell’allora Re di Napoli Carlo di Borbone. La costruzione del Palazzo Nuovo, così veniva definita, allora, la Reggia, fu portata a termine da Carlo Vanvitelli, figlio di Luigi, e da altri architetti formatisi presso la sua scuola.

La Reggia, abitata dal Re delle Due Sicilie Ferdinando IV di Borbone, chiaramente ispirata a quella di Versailles, è a forma rettangolare, si estende su una superficie di circa 50 mila metri quadrati e raggiunge un’altezza di 36 metri, corrispondenti a 5 piani.

Entrando nella Reggia si rimane incantati dall’enorme atrio ottagonale nel quale c’è l’imponente scalone d’onore che conduce al piano nobile, composto da 117 gradini e largo quasi 19 metri. Giunti al piano superiore si apre la Cappella Palatina, la biblioteca e pinacoteca che ospita numerosi libri antichi e meravigliose tele dell’Ottocento. La sala più spettacolare dell’intera Reggia è, senza dubbi, la Sala del Trono, dove, il Re riceveva ambasciatori e delegazioni provenienti da tutto il mondo e dove si tenevano le sfarzose feste di corte. Nell’appartamento vecchio, così definito perché è l’appartamento più vecchio, si può ammirare un meraviglioso Presepe Napoletano costituito da oltre 1200 statuine.

Al Piano terra della Reggia si trovano il Museo dell’Opera dove sono conservati i progetti originali disegnati da Vanvitelli e un Teatro di Corte fatto a ferro di cavallo.

Alle spalle della Reggia si estende un parco di oltre 120 ettari dove oltre alle numerose varietà di piante si trovano tante fontane: la Fontana Margherita, la Fontana di Eolo, la Fontana di Cerere, la Fontana di Venere e Adone nonché tante vasche con giochi d’acqua. La più bella è sicuramente la Fontana di Diana, definita anche Grande Cascata, ricca di statue che richiamano la mitologia. Nel parco si trova anche una torre ottagonale, la Castelluccia, costruita per fare giocare i piccoli di Casa Borbone.

Caserta, cosa vedere oltre la Reggia

Assolutamente da visitare la città vecchia, chiamata proprio Casertavecchia, è un piccolo borgo medievale situato a circa 10 chilometri dall’attuale città e dal 1960 è entrato a far parte dei monumenti nazionali italiani. Bellissimo l’imponente Duomo, dedicato a San Michele Arcangelo, con interni in marmo bianco e con il pulpito ricoperto da antichi mosaici. Da visitare le rovine dell’antico Castello e il Mastio rimasto ancora intatto. E ancora il Complesso monumentale dell’Annunziata composto dall’Ospedale che nacque per accogliere i poveri e gli ammalati, dall’oratorio e dalla chiesa dell’Annunziata in stile gotico. Numerosi poi i palazzi nobiliari sia nel borgo di Casertavecchia che nella città nuova.

Dove dormire

Diverse le strutture alberghiere presenti nella città di Caserta dove, per soggiornarvi un week end (una notte), i prezzi partono da 50 euro a camera doppia (clicca qui per avere maggiori informazioni)

Come arrivare a Caserta

In aereo
L’aeroporto più vicino è quello di Napoli Capodichino, dove, a circa 25 chilometri di distanza, si trovano gli autobus che conducono nella città di Caserta

In auto
Provenendo da Nord attraverso l’Autostrada A1, Milano-Napoli, uscire a Caserta nord
Invece, provenendo da Sud, percorrendo l’Autostrada A30 uscire a Caserta sud.

In treno
Nella stazione ferroviaria della città di Caserta giungono numerosi treni durante l’intero arco della giornata, visitare il sito di trenitalia per conoscere orari e prezzi.

Fonte: reggiadicaserta.beniculturali.it

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: