ViaggiNews

Francia: aperto il magico parco del Piccolo Principe

martedì, 22 luglio 2014

Il Piccolo Principe

Il Parco del Piccolo Principe che detiene il primato di essere il primo ad essere stato dedicato al noto personaggio inventato da Antoine de Saint Exupéry, ha finalmente aperto i battenti in Francia (di cui vi abbiamo segnalato le spiagge più belle).

Il libro, il secondo più venduto al mondo dopo la Bibbia e tradotto in ben 220 lingue ha ispirato la costruzione di questa oasi di divertimento per grandi e piccini.

Le sue meraviglie ricreano il magico universo del Piccolo Principe con attrazioni che si richiamo a personaggi e situazioni del libro.

L’Aéroprince, così si chiama ufficialmente il parco divertimenti, è costituito da 31 aree gioco e giostre. Come attrazioni principali di questo universo incantato, spiccano due enormi mongolfiere da cui ammirare le zone intorno a Colmar (la città francese che imita Venezia) e Mulhouse, in Alsazia.

Le sorprese però non finiscono qui, all’interno dell’area potrete osservare correre qua e là delle vispe volpi, ricordo di uno dei personaggi più amati del libro. Inoltre potrete assistere a spettacoli 3D: Le avventure del Piccolo Principe, Volo di notte (titolo di una delle opere di Antoine de Saint Exupèry) oppure vedere le stelle in un planetario.

Ma se ancora aveste voglia di guardare la terra dall’alto, come l’autore del Piccolo Principe, che fu anche un aviatore abbattuto in missione nel 1944, potete salire fino al bar sospeso a 35 metri da terra immergendovi nell’atmosfera dell’asteroide 327, abitato dal personaggio dell’ubriacone che beveva per dimenticare di essere un alcolizzato.

Infine un bel biplano ricorda le gesta e la passione per il volo dell’autore. Il Parco del Piccolo Principe è aperto tutti i giorni dalle 10 alle 18.

Per gli adulti l’ingresso costa 22 Euro, per i ragazzi dai 3 agli 11 anni invece 16 Euro.

Allora vi siete convinti a fare un tuffo indietro nella vostra infanzia?

Per maggiori informazioni consultate il sito ufficiale.

Fonte foto: Pinterest.

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: