ViaggiNews

Isola del Giglio, esposti in chiesa gli oggetti appartenuti ai naufraghi

sabato, 19 luglio 2014

costa concordia (isola del giglio)

Isola del Giglio, vetrina con oggetti dei naufraghi/Roma – Nella chiesa di San Lorenzo, sulla splendida Isola del Giglio, in Toscana, il parroco, Don Lorenzo, ha voluto onorare le persone che persero la vita durante il naufragio della nave da crociera Costa Concordia, per cui, all’interno della chiesa, oltre a trovare le vetrine con i santi e le immagini sacre ce n’è anche una che lo stesso Don Lorenzo ha definito la “vetrina della memoria”.

All’interno della vetrina il parroco ha esposto oggetti portati dagli uomini che, incessantemente per due anni, hanno lavorato sulla costa Concordia per realizzare quello che martedì 22 luglio diventerà realtà: lo spostamento del relitto della nave da crociera dal Gilgio al Porto di Genova.

Isola del Giglio, oggetti esposti nella “Vetrina della Memoria”

Nella Vetrina, esposta sul lato sinistro della chiesa, questi gli oggetti messi in bella mostra:

  • pane raccolto sul pavimento della chiesa di bordo,
  • il Crocifisso e il Tabernacolo,
  • un pezzo delle rocce su cui la nave è andata a sbattere,
  • una cima di bordo,
  • un casco da operaio,
  • un giubbotto di salvataggio
  • una cerata
  • e altri oggetti appartenuti ai viaggiatori,

messi lì al solo scopo di ricordare quella maledetta tragedia avvenuta nel mese di gennaio del 2012 in cui persero la vita 32 persone, delle quali molti i volti affissi in un poster sul portone della chiesa vicino a quello sorridente del giovane cameriere indiano Russel Rebello del quale, però, non si è mai trovato il corpo.

Don Lorenzo dice “Questa vetrina serve a ricordare a tutti cosa è stata quella crociera ed anche cosa è stata questa chiesa in quella notte di gennaio. Perché questo luogo, oltre che essere ora e allora la casa di Dio, è stato ed è il luogo di custodia dell’uomo, il luogo dell’ospitalità”. Quella triste sera, infatti, i naufraghi, bagnati e intirizziti, furono condotti proprio nella chiesa di San Lorenzo per ricevere le prime cure e per riscaldarsi un pò con coperte e cibi caldi.

Il parroco, poi, ha anche dichiarato che qualora qualcuno volesse portare altri oggetti di bordo la Vetrina è pronta ad accoglierli.

Vetrina della memoria (ANSA)

Vetrina della memoria (ANSA)

Fonte: Ansa.it

Tags:

Altri Articoli Interessanti: