ViaggiNews

Hotel Strani: un “Eco Hotel” in cui si dorme in botti di birra

venerdì, 4 luglio 2014

 

Landhotel Hof Beverland - Eco hotel - Dormire botti di birra

Landhotel Hof Beverland

HOTEL STRANI, UN ECO HOTEL PER DORMIRE DENTRO BOTTI DI BIRRA/ROMA:  Chi, se non i tedeschi, potevano inventarsi una cosa simile? Il popolo germanico, che ha fatto della birra la bevanda nazionale, è riuscito nell’idea di sfruttare al massimo le infinite proprietà della amatissima bibita bionda!

Del resto le botti sono talmente grandi che si possono sfruttare anche per poterci dormire, ed infatti, i proprietari dell’ hotelLandhotel Hof Beverland hanno fatto proprio questo.

Il Landhotel si trova in Renania, più precisamente in Vestfalia, vicino al confine con l’Olanda; chi vuole, potrà riservare qui delle stanze che contengono botti gigantesche, ora trasformate in comodi letti matrimoniali, o singoli.

Il tutto nasce grazie alla collaborazione con la fabbrica di birra del paese, la Pott’s , e che dall’ inizio del 1800 produce birra allietando i palati dei concittadini e dei turisti che visitano questi luoghi. La fabbrica, oltre alle botti, ha donato ai proprietari dell’albergo, anche dell’altro materiale che grazie al suo ri-utilizzo ha fatto entrare nella categoria degli “ECO Hotel” la struttura alberghiera.

COSA SONO GLI ECO HOTEL?

Sono strutture “eco-sensibili” e accomunate da una filosofia “green” che mira alla salvaguardia dell’ambiente e alla promozione di un concetto di turismo sostenibile.

Al Landhotel ad esempio, per allestire un’ area relax sono stati impiegati dei vecchi barili, divenuti adesso una rilassante sauna.

L’originalità è indubbiamente premiata, i proprietari sono felici di ospitare sempre più numerosi villeggianti che senza spendere una fortuna hanno la possibilità di vivere un’esperienza davvero diversa, calandosi pienamente nello spirito, spesso goliardico, dei residenti.

Se deciderete di andare, non possiamo che augurarvi tanti bei sogni al sapore di birra! Prosit.

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: