ViaggiNews

Palinuro, un tuffo nelle cristalline acque del Cilento

sabato, 28 giugno 2014

palinuro

Palinuro, la perla del Cilento/Roma – La splendida Palinuro, in provincia di Salerno, è una delle mete più frequentate del sud Italia e secondo Virgilio proprio in queste acque limpide e trasparenti affogò Palinuro, il nocchiero di Enea.

Tante le bellezze di cui si resta affascinati arrivando nel Cilento ma la cosa che rimane nel cuore di chi visita questi luoghi, oltre che alla cordialità della gente del posto, è sicuramente lo spettacolo naturale offerto dalla ricca vegetazione e dal mare unico e, a tratti, indimenticabile.

Molte delle tipiche spiagge della costa sono raggiungibili con le numerose imbarcazioni che partono dal Porto di Palinuro o dalla vicina Marina di Camerota.

Palinuro, ecco le spiagge da visitare

Cala degli Infreschi – Probabilmente è la spiaggia più bella della costa ricca di colori stupendi che vanno dal bianco candido al verde smeraldo fino al blu cobalto del mare aperto. È chiamata così poiché l’acqua limpidissima in superficie è fredda per il confluire di sorgenti d’acqua dolce mentre in profondità è più calda cosicché quando si riemerge si sente una bella frescura. Tutt’intorno ci sono delle fitte e fresche pinete e delle grotte meravigliose. Si giunge su questa spiaggia via mare prendendo una delle imbarcazioni, che fanno servizio navetta o a piedi camminando per circa due ore su un sentiero mozzafiato che scende dalla collina regalando dei panorami unici.

Baia del Buon Dormire – È sicuramente la spiaggia più fotografata di Palinuro, qui la sabbia è dorata e l’acqua è verde smeraldo. Di fronte si staglia lo scoglio “Il Coniglio” con le sue pareti verticali ricche di vegetazione. Sulla spiaggia c’è un unico chioschetto quindi conviene armarsi di panini e pizzette per trascorrere una giornata in totale relax. Qui vi si può arrivare solo via mare utilizzando le imbarcazioni navetta o un pedalò dalla vicina spiaggia della Marinella. La baia è raggiungibile a piedi solo dagli ospiti dell’Hotel sovrastante utilizzando una lunga e ripida scalinata.

Cala del Pozzallo e Cala Bianca – Sono delle spiaggette incontaminate che ospitano grotte dalle bellezze inestimabili, sono difficili da raggiungere tanto che non tutte le imbarcazioni vi fanno “tappa”. Per giungere in questo luogo ameno si costeggiano i tre faraglioni della Cala Monte di Luna, una vera e propria montagna spaccata a strapiombo sul mare.

Spiaggia della Marinella – Questa spiaggia è formata da 4 piccole cale dalla forma di una mezzaluna, in una sfocia il fiumiciattolo Lambro che, però, non altera la limpidezza dell’acqua che ha riflessi verde smeraldo.

Grotte da visitare

La Grotta Azzurra è senz’altro la cavità più estesa e più nota tra le numerose grotte che ospita Capo Palinuro, deve il suo nome al meraviglioso effetto prodotto dall’azzurro del mare che illumina l’intero ambiente rendendolo suggestivo.

La Grotta del Sangue che deve il suo nome al colore delle pareti interne, caratterizzate da un color rosso sangue che riflettendosi sulla superficie dell’acqua le colora di rosso.

La Grotta Sulfurea, qui dal suo fondale e dalle sue pareti si sprigionano vapori di acido solfidrico che danno alla zona il caratteristico odore di zolfo.

La Grotta dei Monaci così definita per le strane formazioni stalagmitiche che ricordano le sembianze di tanti fraticelli avvolti nel saio.

Dove dormire

Soggiornare in una delle numerose strutture a Palinuro e nei dintorni costa da 140 euro per un week end (2 notti) per una camera doppia, clicca qui per avere maggiori informazioni circa i costi e le disponibilità

Come arrivare a Palinuro

In macchina
Provenendo da Nord percorrere l’autostrada A1, dopo Caserta Nord prendere lo svincolo A30 per Salerno e poi la A3 in direzione Reggio Calabria. Uscire a BATTIPAGLIA prendere la SS18 in direzione Paestum, Agropoli, Vallo della Lucania. Uscire a PODERIA e seguire le indicazioni turistiche per Palinuro.

Per chi arriva da Sud percorrere l’autostrada A1 uscendo a PADULA/BUONABITACOLO. Seguire la “Bussentina” e poi la SS18 in direzione Sapri, Vallo della Lucania. Uscire a PODERIA e seguire le indicazioni turistiche per Palinuro.

In treno
Prendere la linea ferroviaria Milano-Reggio Calabria, scendere alla Stazione di Pisciotta-Palinuro e proseguire in pullman o taxi fino a Palinuro, distante circa 8 chilometri.

In aereo
Lo scalo aeroportuale più vicino è quello di Napoli “Capodichino”, quindi proseguire in treno dalla stazione di “Napoli Centrale” fino alla stazione di “Pisciotta Palinuro” o con auto a noleggio.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: