ViaggiNews

Bilbao, cosa fare e cosa vedere nella città più moderna e rivoluzionaria della Spagna

giovedì, 26 giugno 2014

Bilbao

Bilbao Gugghenheim

GUIDA BILBAO, COSA FARE VEDERE NELLA CITTA’ BASCA, SPAGNA/ROMA : Difficile immaginare quello che è stato e che ora invece è Bilbao, la capitale dei Paesi Baschi spagnoli. 

La città ha piano piano trasformato il suo aspetto cupo e anonimo in un luogo dove di cultura, tradizioni e gioia di vivere come nessun altro in Europa.

La spinta è iniziata dalla riqualificazione del vecchio porto situato quasi al centro della città sulle rive del fiume Nervion, che ora invece è stato ampliato e spostato direttamente alla foce nel golfo di Biscaglia. A questi lavori di rinnovamento hanno partecipato  i più grandi architetti mondiali, tra cui Sir Norman Foster  e Frank O.Gehry, ideatore del museo al Guggenheim che è diventato il simbolo di questa rinascita.

La regione basca è caratterizzata da un paesaggio e da una cultura molto differente dall’ immaginario che ognuno di noi ha della Spagna; verdi e sterminati pascoli dove vagano libere e tranquille le mandrie, e una costa aperta alle correnti marine, luogo preferito dai surfisti di tutta Europa e per questo motivo chiamata la California europea.

BILBAO, il punto di partenza per visitare la regione basca.

Arrivati in città, i grandi viali che convergono verso il centro chiamato Casco viejo sono affiancati da palazzi di varie epoche architettoniche e ricchi di negozi e boutique di ogni genere.

L ‘immagine più bella di Bilbao sono i ponti, parecchi solo pedonali che attraversano il fiume e che vi permettono di girare indisturbati a piedi o in bicicletta.  Potete tranquillamente scegliere di muovervi in modo “ecologico” grazie ad una ottima rete di trasporti pubblici, all’eccellente metropolitana,(unadelle migliori linee al mondo per bellezza ed efficienza), ed ai numerosi luoghi dove poter noleggiare una bicicletta.

In bici o a piedi, ecco quindi un piccolo elenco di monumenti che vanno sicuramente visitati:

  • Il già citato Casco Veijo chiamato anche Barrio de Las Siete Calles, in riferimento alle sette strade principali che lo compongono, ricco di piccole piazze che si aprono improvvisamente e dove vi imbatterete sicuramente ad assistere ad una partita di “pelota” lo sport nazionale dei paesi Baschi.
  • Plaza Nueva, punto di ritrovo sia dei visitatori che dei cittadini e sede, durate l’anno, di svariati eventi culturali e manifestazioni
  • la Chiesa di San Antón, edificata alla fine del XIV secolo dove è conservata una preziosa pala d’altare di Guiot de Beaugran
  • la Cattedrale di Santiago, dedicata a San Giacomo, santo patrono della città.

Da programmare una visita al:

  • Museo Guggenheim  capolavoro di architettura contemporanea, che con i suoi ventiquattromila metri quadri di curve e volumi eccentrici in pietra, vetro e titanio, crea suggestivi giochi di luce e ombre che si riflettono sulle acque del fiume.
  • Un altro importante museo che la città di Bilbao ha il vanto di possedere è il Museo delle Belle Arti il cui motto esprime tutto ciò che questo luogo rappresenta per la cultura mondiale: “100 anni di storia, 10 secoli di arte”. Nelle sue sale espositive è infatti racchiusa una delle collezioni d’arte più importanti della Spagna :  dall’arte rinascimentale e barocca di El Greco, Zurbarán, Goya, Van Dyck, all’arte moderna e contemporanea di Gauguin, Bacon, Tàpies e Barceló. All’interno è presente anche una sezione di artisti baschi più famosi, tra cui Regoyos, Zuloaga, Echevarría e Iturrino.

Non rimarrete indifferenti anche alle ultime costruzioni avveniristiche che stanno trasformando in maniera definitiva la Bilbao odierna

  • Calatrava che ha realizzato il ponte chiamato “Puente Zubizuri” con la sua caratteristica forma ad arpa, il pavimento in cristallo, il colore bianco che lo fanno uno dei luoghi più belli della città.
  • Ed il progetto degli architetti Federico Soriano e Dolores Palacios, che con il loro palazzo dei Congressi e della Musica hanno inserito, tra i vecchi cantieri navali della città, un edificio pensato come se fosse una nave in perenne costruzione, facendo rivivere così  l’antica destinazione del posto.

E quando la fame si farà sentire, non avrete che l’imbarazzo della scelta  ma la città resta famosa  per i suoi tradizionali pintxos, squisiti assaggi realizzati con prodotti tipici, da gustare insieme ad un bicchiere di Txacolí, un vino bianco locale giovane e fresco magari  da gustare all’aperto immersi nel pieno della vita e della cultura di Bilbao.

Buon viaggio!

 

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: