ViaggiNews

Tartarughe marine: dove andare per vederle

sabato, 26 aprile 2014

BRAZIL-SEA TURTLE-TAMAR PROJECT

Getty Images

Tartarughe marine, dove vederle, Cts/Roma – Le tartarughe marine sono degli animali molto affascinanti: peccato che siano una specie in via di estinzione a causa della pesca accidentale, dell’inquinamento, del traffico nautico e della presenza massiccia di popolazione sulle coste. La tartaruga caretta caretta ha perciò necessità di protezione e per questo il Cts, centro turistico giovanile, ha istituito una serie di centri per la salvaguardia di queste testuggini. Si può addirittura adottarne una spendendo 35 euro.

Se volete vedere più da vicino l’attività di questi centri, ecco dove si trovano:

– Centro Recupero Tartarughe Marine Brancaleone (Reggio Calabria)
Piazza Stazione – Brancaleone (RC)
Tel. 0964 934984

Aperto al pubblico dal 15 Giugno al 15 Settembre, e nel periodo invernale previa prenotazione tramite e-mail all’indirizzo NATURALMENTEBRANCALEONE@GMAIL.COM, oppure chiamando il numero 3401290736.

– Centro Recupero Tartarughe Marine Linosa (AG)
Tel. 0922 972076
Situato sull’Isola di Lampedusa, è aperto tutti i giorni  dalle 10-13 e 16-19.

– Centro Recupero Fauna Selvatica e Tartarughe Marine Cattolica Eraclea (AG)
Sp 29, Raffadali/ Cattolica – Comune di Cattolica – Eraclea km 13
Cattolica (AG)
Tel. 3899626409/3292761828
Il Centro Recupero Tartarughe Marine è aperto al pubblico su prenotazione.

Se invece vi affascina il fatto di poter nuotare assieme alle tartarughe potete andare un po’ più lontano, ad Akumal, in Messico, che si chiama “Terra delle Tartarughe” in lingua maya. La spiaggia, un parco protetto, si può raggiungere con un autobus che costa 1,40 euro e si può pernottare qui a 17 euro a notte, il tutto per vedere le tartarughe marine.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: