ViaggiNews

Pasquetta in Toscana: cinque cose imperdibili da fare

mercoledì, 9 aprile 2014

Getty Images

Getty Images

 

Pasquetta 2014. Ecco cosa fare in Toscana/Roma – Per queste vacanze di Pasqua, se non avete ancora un’idea ben precisa di cosa fare, ma sapete di non voler andare via dall’Italia potete andare in Toscana. Questa splendida regione nel cuore dell’Italia si può raggiungere facilmente dal nord e dal sud e offre molte cose da fare, soprattutto in primavera. Ecco cinque idee interessanti per la vostra Pasquetta:

  1. Ammirare Firenze dall’alto: la città di Firenze è  una capolavoro d’arte e di magia. Oltre ad ospitare lei stessa una  grande quantità di musei e mostre se la ammirate dall’alto potete rendervi presto conto che è un vero  e proprio “gioiellino”. Potete quindi decidere di andare a Forte Belvedere  per godere di un panorama unico oltre alla possibilità di visitare una delle due fortezze della città.
  2. Tour enogastronomico: la Toscana, terra dai sapori genuini e autentici, è una delle poche regioni che, al turismo culturale unisce anche quello enogastronomico. Non è un mistero, infatti, che la cucina toscana sia una delle migliori in Italia. Normalmente, però, quando si arriva a Firenze e dintorni, è difficile scegliere il posto in cui andare a mangiare, per aiutarvi nella scelta, vi forniamo alcune indicazioni sulle migliori trattorie presenti in Toscana (CLICCA QUI)
  3. Un giro in bicicletta su una strada bianca: non è un modo di dire, le colline senesi sono caratterizzate infatti da delle strade completamente bianche. Se fate un giro in bicicletta sulle Crete Senesi, da Arbia verso Asciano ad esempio la strada bianca sotto di voi e la natura intorno che vi avvolge vi regalerà una sensazione e un’emozione, unica.
  4. Tour delle ville lucchesi:  un po’ di tempo, un po’ di pazienza e gli occhi bene aperti e pronti per stupirsi di fronte alle 350 ville storiche che punteggiano come fiori la campagna lucchese.
  5. Relax alle terme di Chianciano : A Chianciano Terme il ‘Salone sensoriale’ promette di rigenarare anima e corpo attraverso un percorso che si snoda dal  bagno turco alle docce emozionali passando per le stanze dell’aromaterapia, della cromoterapia, della musicoterapia a quelle del silenzio interiore. L’attuale cromoterapia, che mira a curare disturbi di varia eziologia con l’uso di colori, utilizza le onde elettromagnetiche della luce per penetrare nei tessuti ristabilendo l’equilibrio elettrico e chimico del tessuto stesso. A tal fine si utilizza anche  l’acqua solarizzata, ossia irradiata con un’emissione luminosa di un preciso colore  o attraverso un massaggio con speciali  pigmenti colorati.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: