ViaggiNews

Capodanno thailandese: ecco la più grande battaglia d’acqua del mondo

mercoledì, 12 marzo 2014

songkran

Capodanno Thailandese/Roma – Ogni anno dal 13 al 15 aprile cade il Capodanno thai, ovvero il capodanno buddista che è soprattutto una festività religiosa per festeggiare l’inizio dell’anno buddista e che segna l’ingresso nel segno dell’Ariete, il primo dei dodici segni zodiacali. Questa festa è conosciuta anche come “festival dell’acqua” poiché la tradizione vuole che tutto sia purificato attraverso il lavaggio per togliere la cattiva sorte, si inizia da casa e da tutto ciò che ha prodotto negatività per depurare e poi ci si butta acqua sui palmi, sulla testa e sulla schiena.

Chiaramente, oltre alla parte ufficiale della tradizione, esiste anche la parte goliardica della cerimonia durante la quale per tutti i giorni del Songkran nelle vie cittadine nascono delle vere e proprie battaglie d’acqua. Gavettoni d’acqua esagerati e poi spolverate di farina scatenano l’ilarità e la gioia delle persone che, loro malgrado, si ritrovano vittime di “depurazione”.

Durante il Songkran vengono organizzati banchetti e le città si vestono a festa. Il giorno della vigilia tutti si sottopongono alle pulizie delle case, mentre il primo giorno ci si reca, in processione, al Wat, il tempio buddista, offrendo cibo e ascoltando il messaggio recitato da un monaco, il secondo giorno, poi, si porta al Wat un pugno di sabbia, gesto simbolico per la ricostruzione di un nuovo tempio. Ogni persona espone fuori casa le statuette raffiguranti il Buddha in modo che chiunque passi possa purificarle, così come succede anche al Tempio dove le immagini e le statue vengono benedette e purificate con abbondanti schizzi di acqua.

La più grande battaglia d’acqua esistente al mondo è, oggi, diventata tappa obbligatoria per moltissimi turisti che si recano in Thailandia proprio in quel periodo per prendervi parte. E allora perché non prendere in considerazione una vacanza in quel periodo in cui le temperature sono già abbastanza alte da consentirci di godere del meraviglioso mare Thailandese?

Tags:

Altri Articoli Interessanti: