ViaggiNews

Thailandia, guida mare: Phuket e Koh Chang, il paradiso in terra

domenica, 23 febbraio 2014

phuket 2GUIDA THAILANDIA MARE ISOLE /Roma – Con l’arrivo del primo sole primaverile si fa sempre più spazio la voglia di un posto caldo dove poter trascorrere una meritata vacanza, ed ecco che allora ci viene in mente subito il paradiso della Thailandia (qui la guida completa). Con i suoi oltre 3000 km di costa e le oltre 500 isole tropicali è davvero il luogo dove potersi ritemprare e dove poter vivere dei giorni da sogno.

La sua isola più grande e anche la più conosciuta è senz’altro l’isola di Phuket definita la “terra del sorriso” proprio perché i turisti si rilassano e vivono una vacanza da sogno, senza stress e confusione. L’isola nel Mar delle Andamane è ricca di spiagge bianche e barriere coralline sulla costa e ospita, al suo interno, villaggi dove il tempo sembra si sia fermato al secolo scorso. Fino alla fine degli anni settanta Phuket è rimasta un luogo quasi del tutto inesplorato e l’aeroporto ivi presente, oggi trafficatissimo, serviva solo per il commercio di stagno e gomma, dopodichè l’isola è stata letteralmente presa d’assalto dagli amanti della vacanza in sacco a pelo da allora è diventata una delle mete turistiche più gettonate, tanto che l’aeroporto, ingrandito, è diventato internazionale.

Come arrivare.
In autobus. Numerosi sono le corse giornaliere che partono dal Bangkok Southern Bus Terminal per Phuket.
In aereo. Quasi tutte le compagnie aeree nazionali effettuano diversi voli giornalieri tra Phuket e Bangkok, Samui e Chiang Mai. L’aeroporto, che si trova a circa 30 chilometri dalla città di Phuket, è ben servito sia da servizio taxi e anche da servizio navetta.
In traghetto. Durante la stagione che va da novembre a maggio è possibile raggiungere l’isola via mare con partenza da Koh Lanta e Krabi, con viaggi che durano in media 2 ore.

Cosa vedere.
La città di architettura sino-portoghese di fine ‘800 regala ai suoi ospiti emozioni uniche e indimenticabili. I turisti arrivando a Phuket, attraversando il Thao thep Krasattri, incontrano il Gateway Phuket, costruito nel 2007 per festeggiare l’80° compleanno del re Bhumibol. Si possono ammirare 29 pilastri allineati sui quali è scolpita la storia della città soprattutto di quando prosperava l’estrazione dell’oro, e anche la scultura gigantesca della tartaruga marina e delle sue uova. Lo Zoo dove è possibile ammirare oltre a una vasta varietà di animali anche il giardino delle farfalle, il giardino delle orchidee e un acquario. A Koh Si-Re, dove vive la più grande comunità di zingari del mare, c’è il tempio sulla montagnaa dell’isola, che ospita una grande immagine del Buddha in posizione reclinata. Nel Phuket Sea Shell Museum si possono ammirare le più grandi raccolte private di conchiglie. Questo museo custodisce la più grande perla d’oro del mondo, dal peso di 140 carati. Il tempio Wat Phranang Sang, distante 20 km dalla città, che nel 1785 fu utilizzato come campo militare birmano. Il leggendario tempio Wat Phra Thong, nel quale si erge una grande statua di Buddha che sembra emergere dal terreno. La riserva naturale The Khao Phra Thaeo Wildlife Sanctuary, dichiarata riserva naturale nel luglio 1969. La cascata Namtok Krathu, suggestiva per quanto piccola. Il monumento Two Heroines Monument (Monumento delle due Eroine), eretto nel 1966 per onorare l’eroiche morti di due donne del luogo. Per finire c’è il Parco notturno dei Divertimenti Phuket FantaSea, situato sulla spiaggia di Kamala, vicino al villaggio di Kamale Bay.

La nuova meta turistica, però, è l’isola di Koh Chang, conosciuta anche come l’isola degli elefanti (da non confondersi con l’isola di Havelock, in India, dove si nuota con gli elefanti) per l’alto numero di loro presenze sul territorio, ricca di paesaggi ancora incontaminati fa parte di un arcipelago composto da circa 190 tra isole e isolette, molte delle quali ancora completamente inesplorate. Questo è un paradiso terrestre per tutti coloro che amano la natura e le attività subacquee, con numerose spiagge in sabbia bianca.

Chi vuole vivere dei giorni indimenticabili in quest’isola meravigliosa ha l’imbarazzo su dove alloggiare, infatti l’isola ospita numerosi alberghi per soddisfare anche il turista più intransigente, è possibile pernottare nei numerosi hotel, quasi tutti a ridosso delle spiagge, con cifre che partono da 30 euro a notte, chiaramente a persona.

Come Arrivare.
In Aereo con la Bangkok Airways che effettua 3 voli giornalieri, della durata di circa 1 ora, con partenza da Bangkok e arrivo all’aeroporto di Trat (TDX) situato a 19km dal molo di Ao Thammachat (Koh Chang Ferry), raggiungibile con minibus in quasi mezz’ora.

Cosa vedere.
Il Ban Koh Chang elephant camp dove è possibile fare un’escursione nella giungla a dorso di un elefante. Bang Bao, che è un tipico villaggio di pescatori nonché il punto di partenza per tutte le altre isolette. La cascata di Tham Mayom, che rappresenta la principale risorsa idrica e che scorre su 4 livelli offendo uno spettacolo unico agli occhi dei turisti. La Baia di Salak Khok, anche questo è un tipico villaggio di pescatori che si trova a ridosso di una foresta ricca di mangrovie. La Baia di Salak Phet, dove poter degustare degli ottimi frutti di mare e rilassarsi nel completo silenzio.

COSA C’E’ DA SAPERE.
La Thailandia vive essenzialmente due stagioni: la stagione delle piogge va da giugno a settembre e quella secca che va da novembre a maggio. Il mese da evitare, perché più piovoso degli altri, è quello di agosto.

COSA FARE.
Molte e diverse sono le attività che si possono intraprendere in questo angolo di paradiso: giri turistici con la nave intorno all’ isola e sulle isolette circostanti, trekking nella giungla che si trova al suo interno, visite alle diverse cascate e poi immersioni, canoa e kayak, snorkeling, pesca, scalate, arrampicate libere, navigazione a vela e crociere di lusso.

DOVE DORMIRE.
Dormire a Phuket non è per niente oneroso, infatti è possibile alloggiare in alberghi con costi che partono da 20 euro a notte, a persona, ma è possibile pagare ancora di meno se ci si accontenta di condividere il bagno con le persone ospiti in altre stanze.
Dormire a Koh Chang, dove quasi tutti gli alberghi si trovano sul mare, il costo lievita ma di poco, infatti è possibile pernottare in alberghi meravigliosi con prezzi a partire da 30 euro a persona.

E allora? Cosa state aspettando a prenotare una vacanza da sogno in questo angolo di paradiso?

Tags:

Altri Articoli Interessanti: