ViaggiNews

Guida Napoli: tutte le informazioni utili sulla splendida capitale partenopea

martedì, 4 febbraio 2014

Veduta Napoli

Getty Images

Napoli, cosa vedere, cosa fare, dove mangiare/Roma – Napoli è una delle città con più storia, cultura e fascino di tutta Europa. Spesso viene penalizzata da problemi cronici che la rendono, soprattutto agli occhi del turista poco informato, una città non molto interessante; rappresenta invece una tappa obbligata per chi ama il calore mediterraneo della gente, il clima mite in quasi tutti i periodi dell’anno, per chi ricerca viaggi culturali, ma anche per chi vuole mangiare bene e godersi lo splendido mare del golfo sul quale si affaccia questa città.

COME ARRIVARE – A parte l’autostrada del Sole A1, Napoli si può raggiungere in pochissimo tempo anche in aereo sia da Roma che da Milano e usufruisce dell’Aeroporto internazionale di Napoli-Capodichino che dista 6 km dal centro della città.  Altrettanto comodo è il treno che con l’alta velocità collega Roma-Napoli in 70 minuti circa e Milano-Napoli in 4 ore e 30 minuti circa.

QUANDO ANDARE – In media Napoli gode di 250 giorni all’anno di sole, quindi a parte il periodo più rigido dell’inverno è quasi sempre un buon momento per visitarla. Da segnalare che data la conformazione del territorio composto in gran parte da colline Napoli presenta vari microclimi al suo interno che portano anche significative variazioni di temperatura a distanza di pochi chilometri.

COSA VEDERE – Dopo aver segnalato il museo archeologico che è il più importante e fornito di tutta Europa, non si può visitare Napoli senza vedere Piazza del Plebiscito, la caratteristica piazza a forma di ellisse sulla quale si affacciano il Palazzo Reale e la Basilica di San Francesco di Paola. Poi tappa obbligata al Duomo di Santa Maria Assunta dove è conservato il famoso sangue di San Gennaro e al Castel Nuovo (Maschio Angioino), il maniero di architettura gotica che si trova proprio di fronte al porto. Per lo shopping bisogna recarsi in Via Toledo, senza dimenticarsi una passeggiata nei famosi vicoli dei quartieri spagnoli.

COSA MANGIARE – Due su tutti sono i simboli gastronomici di Napoli: la pizza (e quindi anche la mozzarella) e il caffè. Per una pizza veramente napoletana potete recarvi per esempio da Brandi, dove la tradizione vuole che nacque la pizza Margherita dedicata all’omonima regina. Quello del caffè è un vero e proprio rito al quale non bisogna sottrarsi; per celebrarlo come si deve potete andare al Gran Caffè Gambrinus, locale storico di Piazza Trieste e Trento. Non mancano certo piatti di pesce fresco che potete gustare per esempio da Ciro a Mergellina. Per i dolci, altro punto forte della cucina partenopea, tappa obbligata da Scaturchio, re delle sfogliatelle e della vera pastiera napoletana.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: