ViaggiNews

Mini weekend alle Cinque Terre e Lerici

giovedì, 23 gennaio 2014

manarola

Getty Images

Cosa vedere alle Cinque Terre durante il weekend/Roma –  Trascorrere un weekend alle Cinque Terre potrebbe essere l’occasione giusta per immergersi in un paesaggio unico nel panorama italiano e mondiale.

Riomaggiore, Manarola, Corniglia, Vernazza e Monterosso sono località ricche di fascino incastonate in una cornice a dir poco strepitosa. Forse saprete già che le Cinque Terre fanno parte di un Parco Nazionale e dal 1997 sono Patrimonio dell’Umanità. Coraggiosamente ancorate su scogliere a strapiombo sul mare le Cinque terre sono l’ideale per una gita anche “mordi e fuggi” in un bel fine settimana di sole.

Innanzitutto non può mancarvi un assaggio della celeberrima Via dell’Amore, un percorso che da Riomaggiore, volendo, conduce a Manarola. Il sentiero è a dir poco favoloso. Camminerete infatti a stretto contatto con la natura cullati dal dolce rumore del mare che si abbatte sugli scogli. Scoprirete che le case possiedono questa particolare struttura fin dal 1500, per consentire una via di fuga in caso di attacco saraceno. Ora che gli invasori non minacciano più le sue coste e i suoi sentieri Riomaggiore si fa apprezzare per la sua pace, tranquillità e la fenomenale vista sul mare del Castellazzo di Cerricò e la graziosa Chiesa Parrocchiale di San Giovanni Battista risalente al 1300.

Naturalmente ci sono diverse passeggiate che conducono da una località all’altra delle Cinque Terre, a seconda del tempo che avete a disposizione e del vostro “allenamento” naturalmente.

-Da Vernazza a Monterosso mare: si tratta di un sentiero che apre su una zona boschiva. All’inizio vi troverete in una grande radura nella quale solitamente si fermano i turisti per una foto con la bellissima Vernazza sullo sfondo. Vernazza, ve lo ricordiamo, antico borgo medioevale, è piena di misteriosi vicoletti. Viene osannata come uno dei cento borghi più belli d’Italia. Non potrete mancare la torre d’avvistamento del XI secolo e il Santuario di Nostra Signora di Reggio che vi inviterà a rilassarvi. Ad ogni modo il percorso da Vernazza a Monterosso dura circa due ore e la difficoltà è lieve.
Arrivati a Monterosso ammirerete la sua torre medioevale, oggi campanile della Chiesa di San Giovanni, il castello a strapiombo sul mare e la Torre Aurora, ultima sopravvissuta di 13 torri che un tempo la proteggevano dalle incursioni via mare.

-Da Manarola a Corniglia: questo percorso del sentiero azzurro, che collega Manarola con la stazione di Corniglia, verrà riaperto in aprile; la stazione stessa di Corniglia è separata dalla città da una scalinata con 382 scalini. Il tempo di percorrenza è di 40-60 minuti. Gli storici ritengono che il nome Manarola faccia riferimento a un antico magna Roea, ovvero magna rota (una grande ruota di un mulino ad acqua). Nella parte inferiore della città potrete ammirare il vecchio frantoio. Corniglia invece è l’unico paese delle Cinque Terre quasi completamente inaccessibile dal mare. Qui potrete visitare la parrocchia gotica di San Pietro e la settecentesca piazza di largo Taragio con il suo oratorio di Santa Caterina.

Nei dintorni: nei pressi delle Cinque Terre si trova anche Lerici, meravigliosa cittadina nel Golfo del Levante, sulla sponda orientale del Golfo dei Poeti. Qui potrete visitare il Castello di Lerici, risalente al 1200, ancora ben conservato. Fu il soggiorno preferito di Byron e Shelley. Le sue acque limpide sicuramente saranno un balsamo per voi. Non dimenticate infine un salto alla spiaggia della Venere Azzurra premiata con la bandiera blu per la qualità delle sue acque.

Come spostarsi: in treno, numerose corse sulla linea Pisa – Genova permettono di raggiungere i borghi delle Cinque Terre, anche treni locali da La Spezia fermano in tutti i borghi. In battello: in primavera e in estate ci sono numerosi collegamenti giornalieri via mare da La Spezia, Lerici, Portofino.

 Quanto costa: esiste una Cinque Terre card che permette l’accesso alle aree pedonali e ai servizi del parco. Per il week end costa 12 Euro. La Cinque Terre card treno che prevede, oltre a quanto citato sopra, anche l’utilizzo del treno nella tratta Levanto – La Spezia centrale e viceversa costa 19 Euro per gli adulti ed è valida due giorni, quella giornaliera invece costa 10 Euro.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: