ViaggiNews

Guida Vienna: cosa vedere e cosa fare… low cost

martedì, 14 gennaio 2014

Getty Images

Getty Images

Visitiamo Vienna e il castello della principessa Sissi/Roma – Tante sono le mete, in Europa, da poter visitare in un week end, Vienna è una delle più ambite. È vicina a noi ed è facilmente raggiungibile con voli low cost e con alberghi accessibili a tutte le tasche, si parte da € 50 a persona per due notti.

Per muoversi in città la cosa migliore è utilizzare i mezzi pubblici. L’intera superficie della capitale austriaca di circa 937 km ha un’ottima rete pubblica: 5 linee di metropolitana, 28 linee di tram e 90 linee di autobus che la percorrono in lungo e in largo ininterrottamente.

Consigliamo di munirsi della Vienna Card che costa ca € 20,00 e comprende 72 ore di viaggio su tutte le linee pubbliche. La stessa offre numerosi sconti presso i musei, i famosi caffè viennesi, ristoranti e altri luoghi pubblici. La Card può essere acquistata presso i Tourist Info, nelle biglietterie della Wiener Linien, nelle grandi stazioni della metropolitana o anche online (chiaramente in anticipo rispetto al viaggio).

Cosa vedere una volta arrivati a Vienna? Beh, c’è veramente l’imbarazzo della scelta. Quello che ci sentiamo di consigliare è una sola cosa: indossate scarpe comode!

Ecco cosa consigliamo di vedere.

Il Castello di Schönbrunn. – Che era la residenza estiva dell’imperatrice Sissi. È stato dichiarato patrimonio mondiale dell’umanità ed è il monumento più visitato dell’intera Austria. Il complesso è formato oltre che dal castello anche dallo splendido parco. Tante le cose da poter visitare con l’ausilio di audio-guide:

  • il Cortile d’onore dal quale si accede che è contornato da obelischi che furono dono di Napoleone, e da 2 fontane che raffigurano il fiume Danubio (sulla destra), e i fiumi Inn ed Enns (sulla sinistra);
  • lo Schlosstheater, l’unico teatro barocco a Vienna;
  • la Spiegelsaal (Sala degli specchi) nella quale il piccolo Mozart, a soli 6 anni, si esibì per l’imperatrice Maria Teresa;
  • la Zeremoniensaal (Sala delle cerimonie), luogo di matrimoni e battesimi imperiali;
  • la Wagenburg, la collezione di carrozze degli Asburgo, dove si possono ammirare anche le carrozzine dei bambini. Il pezzo più importante è il carro funebre utilizzato per il funerale di Sissi e di Francesco Giuseppe e, successivamente per l’addio a Zita (1989), ultima imperatrice d’Austria.
  • lo stanzone cinese a pianta rotonda dove l’imperatrice Maria Teresa era solita tenere le sue conferenze segrete con il cancelliere di stato il principe Kaunitz.
  • la camera Vieux-Laque dove conferiva Napoleone
  • il Salone Cinese Blu, dove l’imperatore Carlo I firmò, nel 1918, il suo atto di rinuncia al governo e che confermò la fine della monarchia.

Il Prater. – Che è il grande parco naturale sul Danubio, al suo interno sorge il Wurstelprater (chiamato anch’esso inappropriatamente Prater), che è uno più celebri tra i parchi divertimenti del mondo con tantissime attrazioni, fra le quali la Riesenrad, la grande e celebre ruota panoramica di 65 metri con cabine, simbolo della città. All’interno del Prater ci sono anche il Pratermuseum (museo) ed un planetario. Sempre al suo interno c’è, inoltre, una costruzione sferica realizzata dall’artista austriaco Edwin Lipburger. In fondo al suo viale principale si trova lo storico caffè-ristorante che venne utilizzato come foresteria durante il Congresso di Vienna del 1814.

La Cattedrale di Santo Stefano. – Grandiosa costruzione in stile romanico e gotico che si trova nella Stephansplatz. La facciata è arricchita da due torri dette dei Pagani (66 metri). A destra si trova il campanile (137 m) detto “Steffl” (Stefanino) sul quale è possibile salire. A sinistra doveva sorgere un campanile gemello, ma è rimasto incompiuto e ospita il famoso campanone detto “Pummerin”. Bellissimo è il tetto spiovente tutto rivestito di tegole di maiolica ognuna riportante lo stemma imperiale. Sotto il Duomo ci sono le catacombe che ospitano come reliquie gli organi interni degli imperatori.

Tantissimi poi i musei in tutta la città: come quello di Beethoven, di Haydn, di Schubert, di Freud, di Mozart. Il centro della città è gremito di antichi caffè presso i quali gustare la Torta Sacher e di ristoranti nei quali poter ordinare la Wiener Schnitzel (cotoletta sottile, croccante e gigantesca). Chiaramente non andate via senza prima aver comprato come souvenir per i vostri amici e parenti come le Palle di Mozart, cioccolatini rotondi a base di marzapane, crema di torrone ed un cuore di pistacchio.

Per maggiori info visitate http://www.tuttovienna.info

Tags:

Altri Articoli Interessanti: