ViaggiNews

Viaggiare in moto: direzione Madeira, tutto ciò che bisogna sapere

martedì, 7 gennaio 2014

Getty Images

Viaggi in moto a Madeira/Roma – Le festività natalizie sono ormai agli sgoccioli, la primavera non tarderà ad arrivare e gli amanti delle due ruote non vedono l’ora di rimettersi in sella e partire alla scoperta di nuove mete. Uno scenario che merita di essere preso in considerazione riguarda l’isola di Madeira in Portogallo, di origine vulcanica, che offre bellezze naturali: giardini tropicali, viste panoramiche mozzafiato, montagne ricche di vegetazione, scogliere, vallate, mare unico e indimenticabile. Qui il clima è meraviglioso, non troppo caldo d’estate e neanche troppo freddo in inverno, tanto che viene definita l’isola dell’”Always Summer”.

Itinerari. – Assolutamente da visitare Funchal, la più grande città dell’isola nonché il suo principale centro per il commercio, dove si trova il “Mercado dos Lavradores”, mercato di fiori esotici e manufatti locali, frutta tropicale, verdure e pesce fresco.

Consigliamo anche di visitare le seguenti attrazioni:

I giardini botanici. – 5 bellissimi giardini botanici, tutti diversi uno dagli altri, situati nella parte alta dell’isola e raggiungibili anche utilizzando la teleferica che parte dal porto, nei quali poter ammirare oltre alle meraviglie floreali e naturalistiche anche molti mosaici.

Il sentiero delle Levadas. – 11 chilometri di sentiero escusrionistico che fiancheggia i tipici canali di irrigazione (levadas) risalenti all’800 e che ancora oggi garantiscono l’approvvigionamento idrico delle coltivazioni. Durante la passeggiata nella ricca vegetazione ci si imbatte nello spettacolo delle “25 fontes” dove cascate e cascatelle si riversano in una piscina naturale.

Camara de Lobos a Madeira. – È un piccolo villaggio di pescatori ed è il posto ideale dove poter gustare il famoso Espada e bere il rinomato vino di Madeira.

Per gli amanti dei musei infine c’è l’imbarazzo della scelta, sono davvero numerosi e trattano gli argomenti più disparati, dalla casa in cui abitò Cristoforo Colombo al museo sulle balene, e tanti altri ancora, visitabili tutti i giorni. Buon viaggio.

Numerosi sono i locali dove poter trascorrere piacevoli serate, ascoltare musica e ballare sino a tardi. Chi c’è andato non ha potuto che parlarne in termini entusiastici e allora non ci resta che indossare il casco e partire alla scoperta di questo angolo di mondo incontaminato.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: