ViaggiNews

Top 5: ecco cosa devi smettere assolutamente di fare su Facebook

venerdì, 13 dicembre 2013

Curiosità sul mondo dei social/Roma – Il mondo di Facebook è diventato talmente reale e talmente importante che non si stupirebbe nessuno se, a breve, arrivasse anche un libro sul galateo dei social network. Per ora sono solo arrivati un po’ di “consigli” su quello che sarebbe meglio evitare di fare su Facebook.

  1. Improvvisarsi scienziati e letterati: dietro a uno schermo siamo tutti dei leoni e con internet alla mano anche degli ottimi creatori di aforismi e risposte ad effetto. Peccato che tutti quanti usiamo la stessa tecnica e quindi spesso i post e le risposte diventano un ping pong di aforismi scopiazzati da altri siti.
  2. I messaggi privati in posta con tanti amici: valido per Facebook, ma anche per whatsapp, questi messaggi di gruppo creano uno stato di squillo perenne del cellulare al punto di non capire più niente nei messaggi e far passare la voglia di rispondere.
  3. Invitare gli amici a giochi e app: probabilmente tutti giocano a Candy Crush, ma a quella saga particolare che hai trovato solo tu nel web non ci gioca nessuno e vedere continue richieste di invito a giocare, o a provare l’applicazione più cool del momento può solo creare grande irritazione in chi la riceve!
  4. L’annuncio di catastrofe: se c’è un terremoto, un alluvione o un tornado la cosa più sconsigliata da fare è quella di aggiornare i proprio amici su Facebook per due motivi. Il primo è che sembrerete degli scriteriati, il secondo è che le norme di sicurezza classiche non suggeriscono di cambiare status, ma di mettersi al sicuro!
  5. Le frecciatine: la possibilità di far arrivare un messaggio a qualcuno in modo indiretto solletica molti. Sentirsi liberi di scrivere “Certa gente non sa stare al mondo” è un’ottima soluzione per dire quello che si pensa, senza interpellare il diretto interessato. Fin qui tutto bene giusto fino al momento in cui non ci ricordiamo che queste cose le si facevano alle medie e non a 30 anni!

Tags:

Altri Articoli Interessanti: