ViaggiNews

Vacanze e relax: le migliori terme del Lazio

giovedì, 26 settembre 2013

GettyImages

Il top degli stabilimenti termali della Regione Lazio per una pausa in salute/Roma – Troppo stress. Me ne vado in una Spa nel Lazio. Si, ma dove?

In effetti non avete che l’imbarazzo della scelta. Sì, perchè le bellezze del Lazio spesso vengono appannate dall’immensità di Roma. Ma non c’è solo la Capitale a deviare flussi di turisti in cerca di relax, sapori e sorprese.

Poco distante da Roma, infatti, c’è la bella Tivoli, con la nota Villa Adriana e le Terme, appunto, di Tivoli, note anche con il nome di Acque Albule.

La caratteristica principale sono le acque, che arrivano allo stabilimento termale alla temperatura costante di 23 gradi ed alla velocità di circa 3000 litri al secondo.

E’ proprio la ricchezza della sorgente che permette di annoverare le Terme di Tivoli tra le maggiori d’Italia. Il luogo è finemente curato ed il pernottamento possibile in loco, nell’Hotel Victoria annesso alla struttura, o in alcuni hotel poco distanti. Lo stabilimento, dotato di parcheggio, enormi piscine termali, sala convegni e un poliambulatorio, offre cure termali tradizionali anche in convenzione con il S.S.N.

Una valida alternativa, anch’essa a ridosso della Capitale, è rappresentata dalle antichissime Terme di Cretone. Le loro acque che sgorgano naturalmente da millenni, sono sulfuree, ipotermali e batteriologicamente pure. La loro temperatura è di 24 gradi. Meta di molti vip e personaggi dello spettacolo, d’estate le terme si animano grazie all’offerta di corsi e all’animazione.

Spostandoci nel frusinate a livello di eccellenza si pongono le Terme di Pompeo. Nate nel 1854, per intuizione di un imprenditore di Ferentino, con il trascorrere degli anni hanno acquisito tanta fama tanto che durante la guerra il governo pontificio stipulò un contratto con le Terme Pompeo che prevedeva 100 bagni al giorno per i soldati. Attualmente è possibile godere in estate di numerosi eventi e d’inverno lasciarsi coccolare da massaggi e suffumigi.

Nel viterbese, invece, di certo la struttura più nota è quella delle Terme dei Papi. Dotata di un servizio navetta dalla capitale, offre anche la possibilità di bagni notturni nel week end. Imperdibili sono la Grotta e il percorso Kneipp (vasche che erogano acqua a temperature diverse) per cui è consigliabile accaparrarsi l’intero pacchetto. Nell‘antro scavato all’interno della roccia si viene avvolti dal calore emesso dall’acqua termale che trasuda dalle pareti. Avvolti dal vapore ringrazieranno le articolazioni, il metabolismo, le vie respiratorie e la pelle.  In inverno, le terme, risultano molto suggestive, poichè avendo delle acque molto calde, la piscina resta scoperta anche nei periodi freddi, quando immergersi all’aperto (niente paura, vi arriverete tramite un tunnel riscaldato) è un’esperienza eccezionale.

Per prenotare il vostro soggiorno potete farlo accedendo direttamente ai siti web degli stabilimenti, in alternativa consigliamo un giro sul portale http://www.lazioterme.it/ in cui potrete scegliere la struttura in base alle vostre esigenze ed allestire da soli, il pacchetto che fa al vostro caso.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: