ViaggiNews

Costa Concordia, ultime news: staccata la nave dalle rocce VIDEO

lunedì, 16 settembre 2013

(GettyImages)

Dopo un violento nubifragio sono partite le operazioni di rotazione della nave / Roma – Sono trascorsi quasi due anni da quando, a seguito di un inchino sbagliato di fronte all’Isola del Giglio, la mastodontica nave da crociera Costa Concordia è rimasta incagliata a poche decine di metri dalle coste toscane diventando il simbolo di un tremendo disastro costato la vita a 32 persone, due delle quali risultano ancora disperse. In questi lunghi mesi, trascorsi tra testimonianze e processi, è stato anche messo a punto il piano per rimuovere cioè che rimane di una delle navi da crociera più grandi e lussuose al mondo.

Dopo lunghe prove tecniche, oggi è per l’Isola del Giglio il giorno della verità: da questa mattina sono infatti iniziate le procedure di parbucking che, nell’arco delle prossime 12 ore, dovrebbero rimettere in piedi la Costa Concordia che verrà poi traghettata lontano dalle splendide acque antistanti l’Isola. Il meteo non è stato clemente e il forte nubifragio di questa notte ha costretto tecnici ed esperti a ritardare di tre ore l’inizio dei lavori ma già alle 12 la nave era stata staccata dallo scoglio su cui poggiava da quasi due anni e sollevata di un metro. A detta del Capo della Protezione Civile Franco Gabrielli, il sollevamento iniziale era la parte più pericolosa delle procedure di parbucking e dopo i primi riscontri, sembra che la nave stia rispondendo bene alle manovre eseguite con 36 cavi di acciaio anche se, presenta una grave deformazione sulla fiancata di dritta, rimasta sommersa dal giorno del naufragio. Tutto il mondo sta tenendo gli occhi puntati sullo spazio di mare antistante l’Isola del Giglio in cui è ancorata la Concordia ma solo al termine delle operazioni, che dovrebbero durare almeno 12 ore per l’intera rotazione, si potrà tirare un sospiro di sollievo.

Per altre informazioni sul naufragio della Costa Concordia clicca qui.

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: