ViaggiNews

Top 5: i cibi più estremi da non mangiare in vacanza

giovedì, 1 agosto 2013

Getty Images

Cosa non mangiare in vacanza/Roma – Girando per il mondo durante le vostre vacanze vi imbatterete sicuramente in qualche cibo particolare e, magari, tentati dalla voglia di provare qualche sapore etnico li vorrete assaggiare! Noi siamo d’accordo con voi sul provare le specialità locali, ma state bene attenti perché ci sono 5 piatti che è nettamente meglio evitare!

  1. Trinidad Moruga Scorpion: avete presente la serie tv “Man VS Food”? Bene, se decidete di assaggiare questo prodotto tipico di Trinidad e di Tobago sarete sicuramente eletti vincitori di tutte le sfide del mondo! Si tratta infatti del peperoncino più piccante del mondo con un punteggio di 1,4 milioni sulla scala di Scoville. Non vi dice niente questo dato? Sappiate solo che un normale peperoncino ha un valore di 5000 sulla scala Scoville, fatevi un po’ i conti!
  2. Zuppa di nido d’uccelli: è rarissimo e allo stesso tempo un po’ macabro. Questa zuppa, tipica  in Cina, altro non è che un particolare impasto di erbe, alghe e saliva delle salangane, degli uccellini simili alle rondini. Chiamato anche “caviale d’oriente” sono in realtà dei veri e propri nidi, rarissimi da trovare in giro e ancora di più sulla tavola!
  3. Pizza Luigi XIII: se vi propongono questa pizza scappate perché la più cara del mondo! Non pensate a dei prezzi che si aggirano attorno ai 20 euro o massimo 50 euro per una pizza, qua parliamo di un conto di 9000  euro! Un po’ tanto per una pizza, certo…ma per preparare questo tipo di piatto servono 3 chef e 3 giorni per lievitare; senza considerare che gli ingredienti sono tantissimi e molti esotici.
  4. Tartufo Bianco: si sa, il più costoso di questi tartufi, molto noti in Italia, è l’Indian Alba Truffle. Se ve lo vogliono proporre da assaggiare meglio rifiutare cortesemente se non volete lasciarci il portafoglio. Questa speciale qualità di tartufo infatti è stata battuta all’asta per un valore di 160.000 dollari.
  5. Fugu: se ne è sentito parlare molto perché andava di moda. Altro non è che il pesce palle, un piatto tipico della cucina giapponese. Va mangiato solo in posti altamente specializzati perché la carne di questo pesce contiene la tetrodotossina che in molti casi è letale per l’uomo. Perché è così famoso questo piatto? Perché lo chef lascia una minima quantità di veleno che regala una sensazione di euforia e un po’ di formicolio in bocca.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: