ViaggiNews

Top Five: i Parchi Nazionali italiani

mercoledì, 31 luglio 2013

PARCHI NATURALI PIU’ BELLI D’ITALIA/Roma. Cari viaggiatori, sicuramente siete a conoscenza dell’importanza che ricopre il patrimonio naturale del nostro paese in termini di turismo: il 5% del nostro territorio infatti è inserito nell’Elenco Ufficiale delle Aree Protette (EUAP), luoghi in cui è possibile passare del tempo a contatto con la natura tra paesaggi suggestivi (marini, collinari e montani), seguendo percorsi sicuri e collaudati. Ecco a voi la Top Five dei 5 parchi più belli d’Italia.

1) Parco Nazionale del Gran Paradiso: è il primo parco nazionale istituito in Italia, Si estende sulle Alpi e nel bacino del Po, tra gli 800 e i 4.061 metri della vetta del Gran Paradiso, toccando il Piemonte e la Valle d’Aosta. E’ il luogo ideale per chi ama la montagna, sia in inverno che in estate; qui potrete immergervi tra fitti boschi e sconfinate praterie alpine. Le vette più alte sono ricoperte di rocce e ghiacciai, mentre scendendo si incontrano i pini cembri, gli abeti rossi e i più rari abeti bianchi, inframezzati da ampi pascoli alpini che in primavera si ricoprono di fiori.  Per saperne di più: http://www.pngp.it/

2) Parco Nazionale dello Stelvio: altro parco storico, si sviluppa tra le Alpi di Lombardia e Trentino-Alto Adige. Qui se ve la sentite potrete cimentarvi in impegnative escursioni in alta quota, oppure in gite più semplici adatte a tutta la famiglia. E’ comunque consigliato affidarsi  alle guide. Visitando lo Stelvio avrete la possibilità di imbattervi in cervi, stambecchi, caprioli, camosci, aquile, galli cedroni, ermellini e scoiattoli; una fauna davvero ricchissima. Preziosa anche la flora che comprende  specie protette come la genziana e la stella alpina, e poi il rododendro, il giglio martagone e rosso e l’arnica. Per saperne di più: www.stelviopark.it.

3)Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano: è il più grande Parco marino del Mediterraneo, istituito nel 1996, che comprende e tutela 56.766 ettari di mare e 17.887 di terra. Abbraccia le sette isole principali dell’Arcipelago Toscano (Elba, Capraia, Giglio, Giannutri, Pianosa, Gorgona e Montecristo) nonchè alcuni scogli e isolotti minori (come le Formiche della Zanca, l’Ogliera, lo Scoglio della Triglia e altri). Per visitare le aree verdi delle isole più note e abitate non servono autorizzazioni, mentre per quelle più piccole è obbligatorio rivolgersi alle guide.

4) Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise: il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise è noto in tutto il mondo per essere un modello di conservazione della natura e difesa dell’ambiente, con visite controllate e selezionate. La sua peculiarità è infatti la ‘zonizzazione’ del territorio, metodo che ha permesso di integrare in modo armonico natura e territorio urbano: i comuni che si trovano all’interno del parco sono ventiquattro, piccoli borghi che hanno conservato identità storica e tradizioni . Il simbolo di questo parco è l’orso bruno marsicano: nel parco  ci sono circa 40 esemplari. Per saperne di più: www.parcoabruzzo.it.

5) Parco Nazionale della Sila: anche se di recente istituzione (2002), quello della Sila  non è esattamente un parco nuovo, poichè comprende l’ex Parco nazionale storico della Calabria che è stato cancellato. Oltre a favorire le attività agro-silvo-pastorali tradizionali, artigianali, sportive, enogastronomiche e turistiche in 21 comuni, 6 comunità montane e 3 provincie calabre, questo parco si estende nelle zone più selvagge e suggestive del territorio, tra rigogliose foreste e lievi altipiani. Gli animali protetti sono il lupo, il gufo e la salamandra pezzata.  Per saperne di più: www.parcosila.it.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: