ViaggiNews

Croazia: alla scoperta delle isole più belle

giovedì, 2 maggio 2013

Alla scoperta delle isole più belle della Croazia \Con le sue 1185 isole, la costa della Croazia offre a chi la visita l’imbarazzo della scelta. Ognuno di questi posti regala infatti escursioni sia naturalistiche che storiche. Gli antichi borghi si alternano a estesi campi ricoperti di profumata lavanda, e tutto ciò lascia spazio a bellissime e invidiabili acque.

La Croazia vanta la più importante e grande compagnia di traghetti – la Jadrolinija –, motivo per cui raggiungere le isole che la costituiscono è molto semplice.

Le isole croate sono senza dubbio la più importante e significativa attrazione turistica dell’intero Paese; si estendono dall’arcipelago istiano alla Costa della Dalmazia, attraversando interamente il Golfo del Quarnaro. Tra le più rinomate troviamo:

– Isola di Rab. In prossimità della costa settentrionale si trova l’Isola di Rab, una delle poche a essere caratterizzata da sabbia. Il centro più importante è sicuramente Rab Città. Posta tra la baia di S. Eufemia e il porto, Rab conserva un pittoresco borgo medievale e molti palazzi in stile gotico: primo fra tutti il Palazzo Dominus Nimira; scorci di mare appaiono improvvisi tra vicoli e scalinate. La piazza sul porto è senza dubbio il punto da cui partire per una visita della parte vecchia della città – Kaldanac. In questa zona antichi palazzi lasciano il posto a numerose chiese, come quella di S. Niccolò, di S. Cristoforo, di S. Colomanno, di S. Antonio, di S. Giustina – con al suo interno la Collezione d’arte Sacra – e la Cattedrale di Sv. Marija Velika. Ai luoghi sacri si aggiungono il Palazzo del Duca, la Torre Morska Vrata e il grande Parco Komrcar a un’ora da Rab.

L’Isola di Rab è raggiungibile da Jablanac, da dove, durante tutto l’anno, partono frequenti traghetti per Misnijak.

– Isola di Krk. Dotata di un aeroporto che riceve voli internazionali e di comodi collegamenti marittimi, Krk è una delle isole della Croazia più facili da raggiungere. Anche alloggiarvi è particolarmente facile grazie alla presenza di molti hotel.

La parte più bella è comunque il centro storico, Krk Baska, dall’impronta veneziana. Attraverso la Porta di città si accede alla parte medievale dell’intera isola, dove la Torre di guardia e la Cattedrale di S. Maria Assunta fanno da protagoniste. Il portico di quest’ultima collega direttamente alla Basilica romana di S. Quirino e al suo Museo Diocesiano. Da non perdere una visita al villaggio più bello di Krk: Vrbnik, a 10 km da Punat.

– Isola di Pag. Rinomata per i suoi formaggi aromatizzati, Pag è un’isola molto gettonata, soprattutto nella sua parte settentrionale. Qui si trova Novalja, una spiaggia che, grazie ai cocktail bar e agli schiuma party, in estate si popola di giovani. Dominata dalla roccia, è il luogo ideale per velisti e amanti degli abissi: i suoi fondali sono infatti ricchi di flora.

Il centro più importante dell’isola è Pag, una cittadina sita in una profonda insenatura. Sull’ampia piazza principale, dalla pianta rinascimentale, si innalza la Chiesa dell’Assunzione della Beata Vergine, il Palazzo del Rettore e quello Vescovile; accanto la Chiesa di S. Giorgio e il Museo del Merletto.

I traghetti da Karlobag a Pag e da Prizna a Zigljen mettono in collegamento l’isola con la Croazia.

– Isola di Mmjet. La tradizione identifica Mmjet con Ogigia, l’isola in cui Ulisse, stregato da Clipso, visse per lunghi anni. Immersa tuttora in un’atmosfera mitologica, l’isola incanta con la sua natura selvaggia. Abitato fin dalla Preistoria, questo posto conserva i resti di una storia contaminata dalla cultura greca e romana.

Sull’isola non ci sono cittadine ma solo piccoli e silenziosi borghi, e un grande Parco Nazionale, con due laghi d’acqua salata. Babino Polje è il capoluogo, Polace il villaggio dei pescatori. Ma il centro più frequentato dai turisti è Pomena, unico punto di accesso al Parco. Un manto verde di boschi di querce e pini occupa un’area di circa 54 kmq; il parco Nazionale di Mmjet è di grande attrazione turistica e, nel bel mezzo del suo famoso lago, spicca l’Isolotto di S. Maria, raggiungibile in meno di 5 minuti in barca a remi.

Si può raggiungere l’isola con i traghetti da Dubrovnik, Trstenik e Korcula. Tutti diretti a Sobra.

– Isola di Brac. I traghetti Spalato-Supetar, Makarska-Sumartin e gli aliscafi Spalato-Milna-Bor conducono alla maggiore delle isole della zona centrale dell’arcipelago. Si tratta dell’isola più accessibile dalla costa della Croazia e della località turistica preferita dai croati.

Supetar è il principale punto d’approdo. Capoluogo dal 1847 e porto commerciale dell’isola, la sua  baia è orlata da spiagge di roccia liscia, nascoste all’interno di bellissime insenature. A 5 km si trova il pittoresco Villaggio di Splitska. Altri centri di interesse sono: il villaggio di pescatori di Sutivan, il miglior porto dell’isola – Milna –, il villaggio agricolo di Nerezisca, Sumartin, e Skrip, il più antico centro abitato di Brac.

Incantevole è poi la spiaggia dorata di Zlatni Rat, a Bot: una lunga lingua di sabbia che si estende per oltre 300 metri nel mare, un posto da non lasciarsi sfuggire.

– Isola di Hvar. Senza alcun dubbio è l’isola più trendy dell’intero arcipelago croato. Il porto di Hvar è uno tra i più deliziosi tra quelli dell’Adriatico, e la città vecchia è un posto di impareggiabile romanticismo.

Ricoperta da estesi campi di lavanda, l’isola è famosa per essere la più amata dai giovani. Principale attrazione è la vivace cittadina di Hvar; veneziana e punteggiata di palme, è abbracciata da mura e torri risalenti al XIII secolo. Sulla cima dell’altura che domina la città si trovano i resti della Fortezza Spagnola e il Forte NapoleoneLa piazza principale, oltre ad essere il palcoscenico della vita notturna, è anche un luogo ricco di storia con la Torre dell’orologio, la loggia e l’imponente Cattedrale Sv. Stjepan. La città vecchia è costituita da tantissime stradine e vicoli che conducono a edifici gotici, rinascimentali e barocchi.

La linea Fiume-Dubronvik arriva a Starigrad, ma ci sono anche traghetti che partono da Ancona e Spalato, e veloci aliscafi in estate.

– Isola di Vis. Si tratta di un’isola lunga e selvaggia. Per raggiungerla da Spalato – unico punto di partenza se ci si imbarca dalla Croazia (Ancona e Pescara se si parte dall’Italia) – si impiegano più di tre ore. La sua natura incontaminata offre la possibilità di esplorarne i fondali straordinari. Tra villaggi di pescatori e resti greci e romani, la città principale – Vis – si erge al centro di una baia protetta, con i suoi antichi palazzi dalle eleganti facciate, le rovine del complesso termale e le chiese – di Santo Spirito, della Madonna di Spilica, di S. Giorgio e di S. Gerolamo.

Le spiagge più belle si trovano però nella sua parte più meridionale. A tal proposito un sito marino rinomato – sulla vicina Isola di Bisevo – è quello della Grotta Azzurra, nota per i suoi colori. Una vera e propria attrazione.

Ilaria Bonanni

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: