ViaggiNews

Le terme gratuite e libere in Italia

mercoledì, 1 maggio 2013

terme

TERME GRATUITE LIBERE TOSCANA LAZIO SATURNIA SIENA / ROMA – Un bel bagno rigenerante in calde acque termali è un prezioso dono per il corpo e per l’anima. E prezioso è proprio la parola giusta, visto che l’accesso alle acque termali è piuttosto caro in tutt’Italia. Ma fortunatamente esistono ancora delle terme gratuite, luoghi in cui il capitalismo non ci ha messo ancora le mani, posti belli e suggestivi ed – quello che adesso ci preme di più – che non costano nulla. Il nostro Paese è ricchissimo di sorgenti solfuree con importantissime proprietà terapeutiche. Ecco una selezioni di alcune terme gratuite.

TOSCANA –  La Toscana vanta numerose sorgenti solfuree ed accanto ai complessi a pagamento ci sono terme libere. Ecco le principali: Bagni San Filippo (vicino al Monte Amiata); Petriolo ( in provincia di Siena l’acqua sgorga a 43 gradi); San Casciano (vicino Firenze è un piccolo complesso di antiche vasche romane); Saturnia ( accanto alle terme a pagamento da non perdere le gratuite Cascate del Mulino e i gradoni di Manciano); Bagno Vignoni (una piscina d’acqua termale è nel centro del paese, ma è vietato il bagno. Scendendo verso il fiume Orcia c’è una seconda piscina termale libera).

LOMBARDIA – In Lombardia ci sono le splendide sorgenti di Bormio. D’inverno il panorama con la neve è estremamente suggestivo.

LAZIO – Nel Lazio la zona più ricca di acque termali è quella di Viterbo. Accanto ai complessi a pagamento, libere e gratuite troviamo: le Terme di Bagnaccio (in aperta campagna); le  Terme del Bullicame (dove ribbole l’acqua); le  Piscine Carletti (acqua a 58 gradi molto suggestive di notte).

SARDEGNA – Le terme di Fordogianus vicino Oristano: una grande piscina dove confluiscono le caldissime acque solfuree mitigate da quelle fredde. Il tutto accanto ad una area archeologica romana.

CAMPANIA – La splendida Ischia, oltre agli innumerevoli complessi a pagamento, conserva delle terme libere: Sorgeto (acqua solfurea dal mare), le Fumarole ed Agnone.

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: