ViaggiNews

Applaudire all’atterraggio: perché si fa?

martedì, 12 marzo 2013

d GettyImages

Perché applaudire quando l’aereo atterra? Lo spiega Skyscanner \ Roma – Si dice che sia una tradizione prevalentemente italiana, nostro marchio distintivo quando si viaggia ma, che le cose stiano o meno così, gli applausi dopo l’atterraggio dell’aereo sono comunque qualche cosa di un po’ kitsch e decisamente imbarazzante.

Skyscanner ha indagato su tale prassi scoprendo che ben quattro passeggeri su dieci sono abituati a lusingare così il pilota ma la domanda sorge allora spontanea: come mai?

A quanto pare il 15% dei viaggiatori vede tale pratica come un momento di relax dopo la tensione mentre il 13% si accoda semplicemente per seguire il suo vicino di posto. Invece il 12%  vede l’applauso come un geesto scaramantico e il 10% come un complimento al pilota, per riconoscerne l’ottima manovra.

Motivi variegati insomma ma tutti buoni per dar vita ad una clamorosa e un po’ imbarazzante ovazione.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: